sassuolo-roma

Una Roma troppo brutta per essere vera, un Sassuolo troppo bello per la posizione in classifica che occupa. Si riduce a queste due considerazioni il racconto dell’anticipo della ventiduesima giornata di Serie A, un 4-2 che non ammette repliche a favore della squadra di Roberto De Zerbi, capace di chiudere i conti già nella prima mezz’ora di gioco, chiusa avanti 3-0 con la doppietta di Caputo e l’acuto di Djuricic.

Roma annichilita e senz’anima, in completa balia dei propri avversari, presenti su tutti i palloni e mai sotto pressione al cospetto dei giallorossi. Solo nella ripresa la squadra di Fonseca si desta dal torpore iniziale, riducendo il gap con Dzeko e portandosi poi a meno uno grazie al rigore di Veretout. Una rimonta che dura lo spazio di due minuti, giusto il tempo che Jeremie Boga ristabilisca le distanze e fissi il punteggio sul definitivo 4-2.

Una serata da dimenticare per la Roma, che domani potrebbe perdere la zona Champions a vantaggio dell’Atalanta, dietro di un solo punto e impegnata domani in casa contro il Genoa.