Coronavirus Tokyo 2020
Tomohiro Ohsumi/Getty Images

A soli 5 mesi dall’inizio delle Olimpiadi di Tokyo 2020, il Coronavirus fa molta paura. L’idea che atleti provenienti da tutto il mondo, staff e personale di ogni nazione, nonchè milioni di tifosi, si trasferiscano in Giappone per riunirsi e affollare i luoghi degli eventi, potrebbe essere un fattore in grado di favorire in maniera esponenziale il propagare del virus.

Dal governo giapponese però arrivano rassicurazioni. Il messaggio del ministro dello Sport con deroga alla preparazione delle Olimpiadi, Seiko Hashimoto, ha dichiarato: “i lavori di preparazione delle Olimpiadi andranno avanti come previsto, in conformità con i criteri stabiliti dal Comitato olimpico internazionale“.

Dal premier Shinzo Abe è arrivato però un messaggio ben diverso che esorta alla cancellazione delle manifestazioni sportive nelle prossime due settimane per fermare la propagazione del virus. Tra un mese esatto, è prevista la partenza della Torcia Olimpica da Fukushima, un percorso che toccherà 47 prefetture prima dell’inizio dei giochi del prossimo 24 luglio. La situazione Coronavirus non sembra prevedere miglioramenti nel breve periodo, dunque il Ceo del comitato organizzatore, Toshiro Muto, ha aperto all’idea di un restringimento del percorso della Torcia Olimpica: “radunare un largo numero di spettatori incrementa il rischio di infezioni e stiamo dunque pensando di diminuire la portata dell’evento“.

Valuta questo articolo

Rating: 3.0/5. From 2 votes.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE