Puig
Mirco Lazzari gp/Getty Images

E’ arrivato con il compito di sostituire Jorge Lorenzo, ma Alex Marquez pare abbia già fatto dimenticare il maiorchino alla Honda.

alex marquez
Mirco Lazzari gp/Getty Images

La prima sessione di test a Sepang ha convinto eccome Alberto Puig, nonostante il pilota spagnolo non si sia concentrato sul time attack. Interrogato sui margini di miglioramento del campione del mondo di Moto2, il team manager della Casa giapponese ha ammesso: “Alex ci ha sorpreso, si nota che ha un metodo di lavoro. Non dirò che è una copia del fratello, ma per quanto riguarda la disciplina, la concentrazione ed il modo di lavorare sono molto simili. Si nota che sono fratelli e che hanno lavorato insieme da quando erano piccoli. Poi, ognuno porta la moto a modo suo, ma hanno molte cose che funzionano. Ha completato un buon test su un circuito molto impegnativo dal punto di vista fisico. Direi che è andato anche meglio di quanto ci aspettassimo e questo non è per niente facile in MotoGP”.

alex marquez
Mirco Lazzari gp/Getty Images

Per quanto riguarda le differenze tra i due, Puig ha spiegato: “hanno un fisico molto differente. Marc è forte e ha una resistenza maggiore, mentre Alex è più longilineo. Lo stile non è nemmeno così diverso. Alex ha imparato a sollevare la moto molto bene al centro curva, cosa fondamentale in MotoGP. La solleva anche più di suo fratello. Con Alex bisogna procedere passo dopo passo. Maper quanto visto fino ad ora siamo molto contenti”.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE