Mirco Lazzari gp/Getty Images

Miglior prestazione per Fabio Quartararo nella seconda giornata di test a Losail, il francese ferma il crono sull’1:54.038, migliorando notevolmente la prestazione di ieri.

Fabio Quartararo
Foto Getty / Mirco Lazzari gp

Sorride ma non troppo in serata il pilota del team Petronas, consapevole di dover ancora migliorare molto il feeling con la moto: “stiamo lavorando molto bene. Ho un passo vicino a quello dei migliori e mi sento sempre più a mio agio con la moto. La squadra sta capendo come metterla a punto. Non ho una grande esperienza in MotoGP, però rispetto allo scorso anno ho notato molte cose. Con questa moto ho un feeling differente. E’ stato difficile adattarmi alla M1, ma lo è stato anche per i piloti ufficiali. Ho iniziato ad utilizzarla solamente in Malesia, ho ancora molto da imparare, ma stiamo facendo passi avanti ogni giorno”.

Fabio QuartararoIl francese si è soffermato poi sul sistema holeshot, non ancora completamente messo a punto: “verrà un momento in cui l’utilizzo diventerà normale. Lo abbiamo sperimentato solo quattro volte, ma in occasione dei weekend di gara potremo fare due prove in ogni sessione e ci abitueremo. Al momento è ancora complicato effettuare una buona partenza, dobbiamo migliorare in confronto ai nostri rivali, deve diventare un vantaggio. La cosa difficile è capire come gestire la frizione e il gas. Già in passato ogni partenza era complicata e ora bisogna adattarsi a questo nuovo sistema, comprendere come si rilascia la frizione e come si gioca con il gas perché è un modo completamente diverso di partire rispetto a quello a cui eravamo abituati”.

quartararoQuartararo hai poi proseguito: “è stata una giornata positiva. Ci siamo concentrati sul passo, ma come ieri abbiamo effettuato dei test sui setting elettronici, sull’engine brake, sull’erogazione della potenza, oltre a provare qualcosa sia sull’anteriore che sul posteriore della moto. Sono soddisfatto perché rispetto a ieri ho avuto delle migliori sensazioni in sella alla moto. Tuttavia manca ancora un giorno e spero di progredire ulteriormente rispetto ad oggi. Non mi sento ancora pronto per la gara. Devo capire molte cose anche perché abbiamo a disposizione solo tre giorni di test. Al momento non siamo abbastanza competitivi, ma penso che alla fine di questa sessione sarà tutto ok“.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE