Ronaldo
Catherine Ivill/Getty Images

Troppo brutta per essere vera, la Juventus cade clamorosamente a Lione al cospetto di una squadra pimpante sì, ma tutt’altro che irresistibile.

Lione-Juventus
Catherine Ivill/Getty Images

I bianconeri steccano in maniera plateale l’andata degli ottavi di Champions League, facendosi impallinare da Tousart nel primo tempo senza riuscire a pareggiare. Un 1-0 che non pregiudica affatto la qualificazione ai quarti, ma che comunque fa scattare numerosi campanelli d’allarme per Maurizio Sarri, ancora lontano dal suo ideale di gioco. La Juventus infatti appare spenta e senza idee, in balia di un Lione guidato ottimamente da Rudi Garcia.

Lione
Catherine Ivill/Getty Images

Primo tempo fenomenale dei francesi, che chiudono i bianconeri nella loro metà campo, colpendoli con Tousart e rischiando anche il raddoppio prima dell’intervallo. Nella ripresa il ritmo cala e Ronaldo ne approfitta per impensierire Lopes, comunque attento anche su Dybala. Troppo tenera la Juve per poter creare grattacapi ad un Lione ordinato e preciso, capace di rintuzzare ogni attacco bianconero.

Lione-Juve
Catherine Ivill/Getty Images

L’1-0 regge fino al novantesimo nonostante il forcing finale dei campioni d’Italia, arrivati in condizioni davvero precarie a questo importante snodo stagionale. Servirà molto di più al ritorno per passare il turno, di questo passo infatti Sarri rischia una precoce eliminazione che potrebbe pesare come un macigno sul suo futuro in bianconero.