sarri
Alessandro Sabattini/Getty Images

Torna a casa con una sconfitta la Juventus, battuta a Lione nell’andata degli ottavi di Champions League.

Ronaldo
Catherine Ivill/Getty Images

La formazione bianconera cede il passo ai francese, abili a trovare il vantaggio nel primo tempo e a difenderlo fino al triplice fischio finale. Maurizio Sarri bacchetta la sua squadra nel post gara, soffermandosi sul pessimo avvio dei suoi: “abbiamo approcciato la gara lentamente, con poca aggressività. A volte questo approccio ci succede, senza venire a capo delle motivazioni. Il problema della palla mossa lentamente ce l’abbiamo, faccio difficoltà a farlo passare. Poi nella ripresa abbiamo fatto più ritmo, muovendosi senza palla, recuperando palloni nella metà campo avversaria e nel finale giocavano nella loro metà campo. E’ poco per una gara di Champions, per fortuna ci sono 90′ per mettere a posto la situazione. Se muoviamo la palla così però subiamo gli avversari e concedi. Stasera, però, non abbiamo concesso tanto esclusi i primi dieci minuti. Nella fase offensiva, per un ottavo Champions, abbiamo fatto poco“.

Lione
Catherine Ivill/Getty Images

Sulle decisioni arbitrali, Sarri ammette: “in Italia ci sarebbero stati due rigori per noi, su Ronaldo e su Dybala. In Europa c’è un metro diverso e dobbiamo adeguarci. L’aspetto preoccupante è la lentezza nella manovra, non possiamo essere produttivi su questi ritmi. Dobbiamo spazzare via questo aspetto dalla prestazioni, anche all’interno di buone gare mettiamo dentro 15-20 minuti così“.