marotta
Valerio Pennicino/Getty Images

Prima è arrivata l’investitura di Lionel Messi, non proprio uno qualunque, poi l’incoronazione da parte di Beppe Marotta. Giornata di elogi per Lautaro Martinez, attaccante dell’Inter che la Pulce ha paragonato niente meno che a Luis Suarez.

Lautaro Martinez
Foto Getty / Emilio Andreoli

Frasi forti, a cui si è ricollegato anche l’ad nerazzurro questa sera ai microfoni di Sky Sport, prima del match di Europa League con il Ludogorets: “il blasone dell’Inter è tale che in tutte le competizioni in cui partecipa deve cercare di ottenere il massimo. Eriksen? Il desiderio di vederlo è nostro e di tutti i tifosi. L’allenatore ha le capacità di valutare il momento dell’inserimento dei giocatori. Non c’è dubbio che sia il momento di utilizzarlo. Partecipare a tre competizioni significa non avere titolari fissi. L’allenatore utilizza al meglio i suoi giocatori. Handanovic è in fase di recupero, ci vorrà ancora qualche giorno. Valuteranno i medici, sicuramente sarà a posto la prossima settimana. Lautaro Martinez? Le parole di Messi sono motivo d’orgoglio per il ragazzo e per coloro che l’hanno portato all’Inter. Il fatto che un campione così elogi un suo connazionale significa che ha delle qualità che possono collocarlo come suo erede. Queste parole non possono che essere d’aiuto. E’ motivo di orgoglio, è giovane e può migliorare”.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE