Binotto
Charles Coates/Getty Images

Manca sempre di meno all’inizio della stagione di Formula 1 e il tempo per trarre gli ultimi feeback in vista della gara di Melbourne stringe. In casa Ferrari la terza giornata dei test del Motmelò ha visto un miglioramento da parte di Leclerc, nonostante in molti credono che la Ferrari stia nascondendo del potenziale.

Il team principal Mattia Binotto, in conferenza stampa, ha escluso questa possibilità sottolinenando come la Ferrari, ad oggi, non sia realmente abbastanza veloce per vincere: “in questi due ultimi giorni ci siamo concentrati a simulare la qualifica al mattino e la gara nel pomeriggio. Simulare tutte le procedure del weekend di gara: griglia, giro di formazione, partenza e quant’altro. In qualifica non siamo abbastanza veloci, altrettanto in gara ma un po’ meno. Per noi era importante trarre il meglio dalla macchina, ottimizzarla, trovare diversi set up, trovare maggior comfort ed è questo il lavoro su cui ci siamo concentrati. Portiamo a casa ulteriori dati che ci aiuteranno ad iniziare al meglio la stagione.

Quanto ci sentiamo pronti per l’inizio di stagione? Siamo pronti. Ma sono certo che non siamo ancora abbastanza veloci, non siamo pronti a giocarci la vittoria in Australia, ogni team ha i suoi problemi, ma oggi come oggi non siamo soddisfatti delle prestazioni. Se stiamo nascondendo qualcosa? Non sono cosa pensino gli altri team di noi, da parte mia conosco la nostra situazione e basta questo. Essendo Ferrari, quando non vai come vorresti la pressione aumenta. Non stiamo giocando“.