Fabio Fognini
Foto Getty / Quinn Rooney

Fabio Fognini esordirà oggi nel torneo di Dubai, un torneo dal quale non sembra aspettarsi molto. Nel media day che ha preceduto la sua discesa in campo, il tennista italiano ha voluto abbassare le attese riposte su di lui, parlando dei problemi avuti nelle scorse settimane:

Sto lavorando sul mio tennis, per ora è tutto a posto, arrivo qua senza aspettative dopo l’Australia mi stavo sentendo bene ma ho dovuto rinunciare a due tornei in cui ci tenevo a fare bene. Sono in fase di recupero dall’infortunio. L’anno scorso ero molto vicino a venire a giocare qui a Dubai, ma alla fine ho optato per la trasferta sudamericana“. Dunque un Fognini che non vuole porsi obiettivi, ma solo trovare la miglior condizione in vista della stagione americana che inizierà con Indian Wells. Fabio ha parlato anche di due suoi colleghi che si sono messi in mostra nell’ultima settimana, Mager e Musetti: “Viviamo molto vicini. Io sono di Arma di Taggia e lui è di Sanremo, lo conosco molto bene. Ho sempre pensato che potesse giocare così bene, ma non era concentrato al 100% sul tennis. Battere Thiem sulla terra è una grande impresa, anche se non era al top della forma dopo l’Australia“, le parole su Mager.

Un commento al miele anche per Musetti: “Veramente bravo! Sono molto orgoglioso di quello che stanno facendo i giovani: più siamo meglio è“. E’ proprio così, il movimento tennistico italiano sta crescendo ed è un bene per tutti.