Diletta Leotta
Credits: Instagram @dilettaleotta

Mancano pochissimi giorni alla 70ª edizione del Festival di Sanremo e l’attenzione è tutta focalizzata, oltre che sulla musica e sullo spettacolo, sulle 10 donne scelte da Amadeus per affiancarlo nella conduzione.

Tra queste v’è anche la bellissima Diletta Leotta, apprezzatissima e impegnatissima nel mondo dello sport, in particolar modo nel calcio. Una passione, quella per il pallone, che porterà anche sul palco dell’Ariston: “rispetto all’ospitata del 2017 mi sento più matura. Più pronta. E in campo questa volta voglio divertirmi. Lasciarmi andare, farmi trasportare da quello che succede e, io che sono una secchiona che vuole prepararsi tutto, improvvisare. Schiereremo un 3-4-3, un po’ sbilanciato forse, ma spettacolare. Antonella Clerici è la regista. Detta i tempi. Francesca Sofia Novello centrale di difesa, sarà il nostro Chiellini! E’ così, altissima! Rula Jebreal è una donna coraggiosa Tosta. La vedo in attacco con me. Georgina? Dovrei chiedere consiglio a Sarri, ma potrebbe ricoprire il ruolo di CR7 alla Juve, anche lei in attacco, nel tridente. Sabrina Salerno invece è tuttocampista- Sa fare tutto e bene: canta, balla, conduce, recita. Noi siamo amiche. Le giornaliste invece in difesa: Emma D’Aquino e Laura Chimenti. Alketa Vejsiu? Bè, in Albania c’è una buona scuola di portieri come Berisha e Strakosha. Giocherà tra i pali e parerà i rigori per noi perchè di falli in area potrebbero essercene eccome!” ha raccontato a SportWeek.

Non poteva mancare un commento sulle critiche ad Amadeus per le parole in conferenza stampa su Francesca Sofia Novello: “credo sia stato frainteso. Io penso che nessuna donna debba stare un passo indietro, ma nemmeno uno avanti, altrimenti si finisce in fuorigioco. Bisogna giocare in linea“.

Sul concorso canoro poi ha aggiunto: “mi hanno detto che devo essere imparziale. Ma come faccio?! Ho degli amici tra i concorrenti. Elodie, in primis. Ho sentito la sua canzone e, non so se io possa dirlo, ma mi piace un sacco. Ci saranno tante sorprese, posso anticipare che il mio ruolo, quello a cui gli appassionati sono abituati, lo riproporrò all’Ariston“.

Infine una piccola parentesi d’amore: “paura quando Scardina è sul ring? No non sono preoccupata e ho pure imparato ad amare la boxe. Mi piace, non è solo uno sport, è un’arte. Io sexy? In realtà sono un maschiaccio. Nella vita vera non sono molto sexy, lo assicuro. Sono davvero poco femminile. Il segreto della mia bellezza? Alterno un po’ di tutto: palestra, boxe e tanta piscina, da ragazzina facevo nuoto agonistico. Mi piace. Senza fare sport non posso stare. Devo scaricarmi, mi alleno tutti i giorni”.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE