cristiano ronaldo
Alessandro Sabattini/Getty Images

Momento importantissimo per la Juventus: reduce dal ko contro il Lione in Champions League, i bianconeri si preparo alla sfida scudetto contro l’Inter, in programma per domenica sera, a porte chiuse a causa dell’allarma Coronavirus.

Ronaldo
Catherine Ivill/Getty Images

Intervistato dai microfoni Sky, alla vigilia della sfida con i nerazzurri, Cristiano Ronaldo si è raccontato, dal ko in Champions ai tifosi: “la sconfitta in Champions? Queste cose possono succedere… Certo, non siamo felici, siamo arrabbiati, ma tutte le partite in coppa sono difficili e abbiamo la seconda sfida in casa: siamo fiduciosi di risolverla e di andare avanti, ma la priorità è la prossima partita in campionato. Speriamo di giocare in casa davanti ai nostri tifosi… (ride, ndr). E tutto può succedere: non vedo l’ora e sono convinto che passeremo il turno. Se abbiamo paura di andare fuori? No, nessuna: siamo rilassati e concentrati, la Champions è la competizione più difficile che esista“.

sarri
Alessandro Sabattini/Getty Images

Inter? Sarà una grande partita, del livello di Barcellona-Real Madrid che giocano allo stesso orario. È bello sfidare squadre come Inter, Milan, Lazio: sono le partite che ai giocatori piace affrontare. Domenica sfidiamo un grande team e un grande allenatore. Siamo tristi che non ci saranno i nostri tifosi, sarà strano vivere una partita di questo livello a porte chiuse, ma la salute resta la cosa più importante e dobbiamo rispettarla“, ha continuato CR7.

Ronaldo e Georgina
Julian Finney/Getty Images

Penso che i miei compagni di squadra abbiamo la stessa mia responsabilità, perché dobbiamo fare lo stesso lavoro, giocare bene, cercare di dare sempre il meglio per la squadra. Forse qualche volta sento un po’ più di pressione rispetto a loro perché ‘sono Cristiano’, la gente si aspetta molto da me, ma io sono preparato, sono sempre concentrato, pronto. Io con i miei compagni di squadra siamo sicuri che questa stagione sarà grandiosa. Non sono in un momento critico, le cose migliori devono ancora arrivare“, ha affermato ancora il portoghese.

Ronaldo
Catherine Ivill/Getty Images

Ronaldo ha poi parlato del suo favoloso traguardo, che raggiungerà domenica contro l’Inter, ovvero 1000  partite giocate da professionista: “è un bel traguardo, 1000 partite significa che la dedizione, il duro lavoro e il talento ripagano. Non è facile arrivare a mille partite a 35 anni. Sono felice. Spero di giocarne ancora altre cento. Sono felice, gioco nel miglior club che c’è in Italia, insieme ai migliori giocatori. Abbiamo vinto lo scorso anno dei trofei e quest’anno spero di fare lo stesso“.