Stefano Pioli
Foto Getty / Marco Luzzani

Una partita che sembrava essere avviata verso un clamoroso successo, arrivato dominando per larghi tratti contro un avversario favorito alla vigilia, con l’uomo in meno per metà secondo tempo. Poi un calcio di rigore dubbio e il pareggio, beffardo, nel recupero. Milan-Juventus, semifinale d’andata di Coppa Italia, si è conclusa fra grandi polemiche.

Ai microfoni della Rai, Stefano Pioli non ha nascosto il suo disappunto nel post gara. “Ero presente alla riunione con Rizzoli – spiega il tecnico rossonero -. In Cagliari-Brescia c’era stato un possibile fallo di rigore di Cerri, colpito sul braccio dal pallone mentre era girato, ed è stato detto che non andava fischiato il rigore. Oggi è la situazione è identica. Prima poi c’era un fallo netto su Ibrahimovic che non è stato ravvisato. E Calabria non può scomparire sulla girata di Cristiano Ronaldo. Siamo stati sicuramente danneggiati, ma sono orgoglioso della priva dei miei giocatori“.