Sinner
Cameron Spencer - foto Getty

La Coppa Davis è alle porte, la prossima settimana sarà quella dedicata alla finestra per le Nazionali, settimana che culminerà con il weekend di gare. L’Italia affronterà a Cagliari la Corea del Sud e c’è ancora molta incertezza in merito alle convocazioni di coach Barazzutti, capitano di Davis azzurro. A differenza di qualche anno fa, c’è l’imbarazzo della scelta per il capitano che avrà un novero di tennisti dal quale scegliere che è sempre più competitivo. Con i problemi fisici che stanno affliggendo Berrettini, sarebbe potuta essere la volta buona per l’esordio di Jannik Sinner, il quale ha sorpreso tutti nell’ultimo anno e mezzo giocando un gran tennis.

In merito alla possibile convocazione di Sinner, Barazzutti è stato sibillino: “vedremo, lo saprete il giorno in cui farò le convocazioni. Stiamo parlando di un ragazzo che ha potenzialità enormi ed insieme a Berrettini e Sonego rappresenta il futuro del nostro tennis. Per lui prevedo un grande futuro, certamente è un predestinato“, le parole di Barazzutti a ‘La Nuova Sardegna’. L’idea di vedere Sinner al fianco di Fognini come singolarista però sembra sfumare, dato che il tennista altoatesino dovrebbe giocare un Challenger in California per poi fermarsi negli States per il torneo di Indian Wells. Dunque in caso d’assenza di Sinner, i nomi di Seppi (che però ha qualche problema all’anca), Travaglia e Sonego potrebbero inserirsi prepotentemente tra i convocati essendo molto abili sulla terra battuta. Dunque Barazzutti dovrà prendere decisioni importanti nelle prossime ore, comunque vada l’Italia partirà come grande favorita nello scontro con la Corea del Sud.