marcell jacobs
Alexander Hassenstein/Getty Images

Un pomeriggio tra le stelle. Domani (sabato 15 febbraio) nella quinta tappa del World Athletics Indoor Tour, a Glasgow (Scozia) c’è spazio per sei atleti italiani: Marcell Jacobs e Massimiliano Ferraro nei 60, Luminosa Bogliolo e Angelika Wegierska nei 60hs, Larissa Iapichino nel lungo e Alessia Trost nell’alto. In chiave internazionale, gli occhi non potranno che essere puntati su Armand Duplantis, di nuovo in pedana a sette giorni dal record del mondo dell’asta (6,17 a Torun): il 20enne svedese è atteso da un nuovo big match con lo statunitense campione del mondo Sam Kendricks.

BOGLIOLO L’esperienza di Torun le ha lasciato un po’ d’amaro. Lo sparo non sentito, il tempo di reazione alto, un 8.24 stampato sul display che non la rappresenta per nulla. Luminosa Bogliolo (Fiamme Oro) vuole riprendere il discorso da dove lo aveva interrotto: la 24enne savonese sfida di nuovo la barriera degli otto secondi nei 60hs, insidiata già a Karlsruhe (8.02). A Glasgow è previsto un doppio turno, batteria e finale nel giro di un’ora e mezza: nel pool di avversarie spicca il nome della statunitense campionessa del mondo dei 100hs Nia Ali. Sarà in Scozia anche l’italo-polacca Angelika Wegierska (Atl. Firenze Marathon).

JACOBS – Ronnie Baker, Mike Rodgers, Richard Kilty. Quanti avversari di lusso per Marcell Jacobs (Fiamme Oro) e Massimiliano Ferraro (Atl. Riccardi 1946 Milano) sul rettilineo di Glasgow. È il ritorno sui 60 metri per Jacobs a tre anni dall’ultima volta (6.69 a Udine, primato personale nel gennaio 2017), mentre Ferraro si è ritagliato una corsia nel World Indoor Tour per effetto del 6.65 corso a Modena il 25 gennaio, a cinque centesimi dal proprio limite. Doppia carta, dunque, per tentare l’accesso alla finale.

TROST – Dimenticare Glasgow 2019 (fuori in qualificazione agli Euroindoor) e voltare pagina sulla stessa pedana, quasi un anno dopo. Alessia Trost (Fiamme Gialle) non ha ancora raccolto i frutti del lavoro cominciato in ottobre a Sesto San Giovanni: ci prova all’Emirates Arena per aggiungere centimetri e certezze tecniche allo stagionale di 1,89 siglato la scorsa settimana a Ostrava, preceduto dall’1,84 di Udine e seguito dall’1,85 di martedì a Banska Bystrica. La 26enne pordenonese bronzo mondiale indoor in carica ritrova la formidabile ucraina primatista del mondo under 20 Yaroslava Mahuchikh (2,02 al coperto quest’anno).
IAPICHINO – Larissa Iapichino tra le grandi, atto secondo. Rotto il ghiaccio a Karlsruhe con l’esordio nel World Indoor Tour da 6,22, la 17enne lunghista dell’Atletica Firenze Marathon si presenta di nuovo tra le stelle del massimo circuito internazionale a pochi giorni dal record italiano U20 al coperto ritoccato ai Tricolori di categoria ad Ancona (6,40). Il livello, di colpo, s’impenna: le rivali qui si chiamano Maryna Bekh-Romanchuk (Ucraina), argento iridato a Doha e leader mondiale stagionale con il 6,96 di Torun, ma anche Katarina Johnson-Thompson (Gran Bretagna), la campionessa mondiale dell’eptathlon, un personale di 6,93 nel lungo.

IL PROGRAMMA DEGLI AZZURRI (orari italiani)
14.26: Luminosa Bogliolo, Angelika Wegierska (60hs, batterie)
15.11: Alessia Trost (alto)
15.44: Massimiliano Ferraro, Marcell Jacobs (60, batterie)
16.08: Luminosa Bogliolo, Angelika Wegierska (60hs, ev. finale)
16.15: Larissa Iapichino (lungo)
17.02: Massimiliano Ferraro, Marcell Jacobs (60, ev. finale)

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE