Vallortigara
foto Colombo/FIDAL

Il presente e il futuro del salto in alto azzurro sulla stessa pedana. Sabato 29 febbraio a Siena, al PalaGiannelli, si sfidano Elena Vallortigara (Carabinieri) e Idea Pieroni (Virtus Cr Lucca), entrambe galvanizzate dalle due ottime prestazioni recenti: per la vicentina l’1,96 degli Assoluti indoor di Ancona nel debutto stagionale di domenica scorsa, per la lucchese l’1,90 del primato personale al Match internazionale under di Minsk, nella mattinata di mercoledì.

Il Siena High Jump Indoor Contest 2020 apre le porte a un’interessante gara femminile in programma alle ore 17. Vallortigara cerca conferme dopo l’incoraggiante esordio di Ancona, con cui ha centrato il minimo olimpico per Tokyo e si è collocata al quinto posto delle liste mondiali stagionali al coperto, rilanciando le proprie quotazioni dopo un 2019 condizionato dagli infortuni. La vittoria del titolo italiano con una misura di rilievo internazionale, peraltro trovata al primo tentativo, ha restituito fiducia alla 28enne saltatrice allenata da Stefano Giardi proprio a Siena, e i tre tentativi a quota 2,00 fanno ben sperare.

Il duello con il nome nuovo del salto in alto italiano è tutto da seguire: Idea Pieroni in Bielorussia ha mancato di un soffio l’1,92 del record italiano juniores e nel post-gara si è detta pronta a riprovarci, già a partire dal meeting senese di sabato. Quarta agli Europei under 18 due anni fa a Gyor, ottava nella rassegna continentale under 20 a Boras lo scorso anno, la saltatrice seguita da Vinicio Bertoli è attualmente la seconda junior al mondo, alle spalle di una fuoriclasse come l’ucraina primatista mondiale di categoria e vicecampionessa iridata Yaroslava Mahuchikh (2,02). L’elenco delle iscritte comprende anche un altro prospetto azzurro come la junior da 1,79 Giada De Martino (Toscana Atl. Empoli Nissan).

Al maschile (gara alle 19), ha preferito rinunciare il campione italiano indoor Marco Fassinotti (Aeronautica), che ha anticipato il rientro nella sua sede di allenamento in Australia. Non mancherà invece il cinese argento mondiale 2015 Zhang Guowei, di stanza a Siena dallo scorso anno, autore della miglior misura (fuori classifica) agli Assoluti di Ancona domenica scorsa (2,26) e già capace di 2,27 a Udine in questa stagione. Con lui anche Eugenio Meloni (Carabinieri) e Giacomo Belli (Libertas Runners Livorno).