Fabbri
Alexander Hassenstein/Getty Images

Ancora una prestazione maiuscola di Leonardo Fabbri. L’azzurro sfiora il suo primato italiano indoor con 21,44 nel getto del peso a Sabadell, in Spagna, a soli quindici centimetri dal record che aveva realizzato otto giorni fa a Stoccolma, dove l’11 febbraio era entrato nella storia con 21,59. Un’altra grande misura per il 22enne fiorentino dell’Aeronautica, che domenica ad Ancona sarà tra i protagonisti principali di un’edizione attesissima degli Assoluti. Ma nel frattempo tornerà in pedana venerdì a Madrid, nell’ultima tappa stagionale del World Athletics Indoor Tour: tre gare in cinque giorni, alla caccia di lanci sempre più lunghi. Questa sera il suo miglior risultato è arrivato subito, al primo tentativo, ma ha superato i 21 metri anche al quarto turno con 21,12. Ecco la serie completa: 21,44-20,91-20,50-21,12-N-N in una prova condotta in solitaria, con tre metri abbondanti di margine sullo spagnolo José Angel Pinedo (18,18). Sale così a sette il conto delle misure nel 2020 per “Leo” oltre questa barriera: 21,32 e 21,00 in Sudafrica all’esordio, 21,11 a Ostrava, 21,59 e 21,09 a Stoccolma, poi le due di Sabadell.

Dopo aver aperto con un 21,44 molto facile – commenta Fabbri – pensavo di crescere e di fare qualcosa in più. Il primo lancio di solito serve come approccio, quindi è poco probabile che sia il più lungo, ma devo imparare a gestire meglio la situazione. Per questo il 21,44 iniziale di stasera vale quasi più del 21,59 di Stoccolma al secondo. Vedo ancora tanti margini di progresso e sicuramente servirà da lezione. Quello che conta è tenere sempre il livello alto, non una volta ogni tanto. Mi sono detto di prendere questa gara come se fosse una qualificazione, poi quella di venerdì a Madrid sarà una finale e domenica agli Assoluti la finalissima. È quello di Ancona l’appuntamento più importante della mia stagione, dopo il rinvio dei Mondiali indoor. Non mi sento al top della forma, che era stato programmato per metà marzo. Poi abbiamo accelerato la preparazione, ma non è comunque al massimo. Agli Assoluti di Ancona sarà il mio Mondiale”.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE