Kaddari
Buda Mendes/Getty Images

Per i giovani dell’atletica italiana è in arrivo il primo test internazionale della stagione. Gli azzurrini saranno impegnati a Minsk, nell’incontro under 20 indoor di martedì 25 e mercoledì 26 febbraio. Un match infrasettimanale, in coincidenza con la fine del Carnevale, che vedrà in azione 12 squadre: nella capitale della Bielorussia, insieme all’Italia e ai padroni di casa, al via Azerbaigian, Estonia, Israele, Kazakistan, Lettonia, Lituania, Polonia, Spagna, Turchia e Ucraina.

La sfida si preannuncia ricca di motivi di interesse sul piano tecnico, oltre che un’importante occasione di confronto in vista delle manifestazioni estive, soprattutto i Mondiali under 20 di Nairobi (Kenya, 7-12 luglio). Convocati 27 azzurrini nella formazione italiana, tra cui diversi atleti protagonisti nelle rassegne degli anni scorsi e anche all’inizio del 2020. In tre hanno già migliorato il record italiano di categoria come la sprinter Dalia Kaddari, primatista dei 200 che è attesa sui 60 (corsi di recente in 7.40) e nella staffetta, la triplista Veronica Zanon (13,65) e il pesista Carmelo Musci (20,25). Spiccano quindi i nomi della saltatrice in alto Idea Pieroni (1,87 in stagione), dei velocisti Chiara Gherardi (inserita nel gruppo della 4×100 assoluta) e Federico Guglielmi (oro nei 200 al Festival olimpico della gioventù europea).

“PRIMO STEP VERSO I MONDIALI” – “È l’appuntamento azzurro dell’inverno dedicato agli juniores – le parole del vicedirettore tecnico nazionale per il settore giovanile Antonio Andreozzi – che potranno sfruttare l’opportunità per andare oltre i propri limiti. La manifestazione, visti i nomi degli iscritti, si preannuncia di livello elevato e fa parte del percorso che ci condurrà ai Mondiali under 20 di Nairobi. Per noi è la prima volta a Minsk, in questo incontro, e cercheremo di ben figurare. Portiamo la migliore rappresentativa che possiamo schierare, tranne soltanto i due atleti che non hanno previsto questa trasferta nella loro programmazione”. La campionessa europea U20 del lungo Larissa Iapichino non ci sarà per scelta tecnica, l’oro continentale U18 dei 400 metri Lorenzo Benati per motivi di studio. “Ma come tutti i loro coetanei hanno l’obiettivo mirato sulla rassegna iridata. Intanto c’è la trasferta di Minsk: una bella esperienza e il primo step di avvicinamento, utile per avere riscontri dal confronto internazionale e cercare stimoli per migliorarsi”.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE