Allegri
Gabriele Maltinti/Getty Images

L’anno sabbatico sta per concludersi, Massimiliano Allegri l’anno prossimo tornerà in panchina, per riprendere il proprio lavoro interrotto dopo l’addio alla Juventus.

Klopp
Julian Finney/Getty Images

L’allenatore toscano ha svelato i sui piani nel corso di un evento pubblicitario tenutosi a Parigi, senza però sbilanciarsi su quale sarà la sua prossima squadra: “non sono qui per parlare del mio futuro perchè non lo conosco e dico subito che non c’è nulla tra me e il Paris Saint-Germain. L’unica cosa sicura è che da settembre dovrò rimettermi ad allenare per non abituarmi troppo alla vacanza. In questo momento il migliore è Jurgen Klopp. Da quando ha lasciato il Borussia Dortmund per approdare a Liverpool ha fatto fare passi da gigante alla squadra. I grandi manager capiscono che tipo di squadra hanno davanti e quali giocatori gli servono per ottenere i risultati”.

Cristiano Ronaldo
Foto Getty / Marco Luzzani

Sulla Juventus: “non esiste nessuna maledizione Champions, abbiamo raggiunto due volte la finale e può capitare di vincere e di perdere. Abbiamo giocato contro Barcellona e Real Madrid che erano le squadre più forti in quel momento, ma tutti i grandi eventi devono essere affrontati con estrema serenità“. Non è mancata poi una battuta sui campioni allenati in carriera: “Ronaldinho l’ho guidato a fine carriera. Poteva essere il numero uno per diversi anni, ma si è fermato prima. Ronaldo ha una determinazione incredibile: a 35 anni, dopo cinque Champions League e cinque Palloni d’Oro continua a porsi obiettivi da raggiungere. Ibra? Anche lui dimostra ancora oggi di essere un campione”.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE