stephens
AFP/LaPresse

Il mondo del tennis sta vivendo in questi ultimi anni un profondo cambiamento. Dopo le modifiche alla Coppa Davis e la creazione della nuova ATP Cup, adesso anche il tennis femminile potrebbe subire un nuovo scossone. Va detto che la concomitanza dell’ATP Cup col torneo femminile di Brisbane ha creato non poco scompiglio, con diverse tenniste che hanno protestato a causa di alcune decisioni organizzative non proprio gradite.

La Stephens è stata la più veemente nelle polemiche, costretta come altre colleghe a giocare i primi turni in campi secondari, relegata in periferia a causa della presenza dei maschietti sui campi principali. Adesso però le ultime notizie parlano dell’ipotesi di una nuova competizione a squadre, parallela all’ATP Cup, denominata appunto WTA Cup. Uno dei promotori di tale opzione è il presidente dell’ATP Player Council, Novak Djokovic, il quale ha accolto di buon grado la voce di questo possibile cambiamento che a detta del serbo sarebbe molto positivo per il movimento femminile, andando ad arricchire ulteriormente la stagione estiva australiana. Se ne sta discutendo insomma, la WTA dovrà prendere una decisione nei prossimi mesi, ma la sensazione è che si vada verso la creazione di questo nuovo affascinante torneo a squadre.