Shapovalov
AFP/LaPresse

Il 2020 sarà l’anno della definitiva esplosione di Denis Shapovalov? L’inizio sembra essere quantomeno promettente per il giovane canadese. Intendiamoci, non c’è affatto fretta, dato che Shapovalov compirà tra 4 mesi 21 anni e si trova già alla posizione numero 14 del seeding ATP. Stiamo parlando dunque di un tennista di vertice che ha ancora davanti a sé il fior fiore della sua carriera, ma da un ragazzo con quel talento ci si aspetta davvero tanto.

Come detto, l’inizio della stagione 2020 è stato ottimo per quanto concerne il canadese, impegnato in queste ore nell’ATP Cup. Shapovalov gioca da numero 1 della sua Nazionale, affiancato da un altro talento qual è Auger-Aliassime, dunque si è trovato ad affrontare i primi della classe delle altre Nazioni. Ebbene, Denis ha fatto sinora un figurone vincendo 2 gare su tre, quelle contro i tennisti più blasonati. E’ vero, la sconfitta contro De Minaur potrebbe far un po’ riflettere, ma l’australiano spinto dal pubblico di casa ha giocato alla grande spuntandola solo al terzo set dopo una vera e propria battaglia.

Shapovalov
(AFP/LaPresse)

Negli altri due incontri Shapovalov ha fatto fuori Zverev e Tsitsipas, due della “vecchia” Next Gen attesi all’assalto al vertice in questa stagione. Battere in pochi giorni il numero 6 e 7 del seeding ATP non è certo cosa da tutti, il mancino canadese sembra aver trovato il bandolo della matassa del suo gioco, facendo un passo avanti dentro il campo e trovando soluzioni più aggressive rispetto al passato. Inoltre va detto che Shapovalov sembra maturare giorno dopo giorno dal punto di vista mentale: concentrato per l’intera durata dell’incontro, senza “colpi di testa” e senza perdere la pazienza dopo qualche fisiologico errore. Insomma, se i miglioramenti mentali e tattici verranno confermati nei prossimi mesi, il talento farà il resto. Probabilmente i big del tennis mondiale dovranno guardarsi alle spalle, il giovane Shapovalov vuole diventare grande in fretta, la Top 10 sembra essere decisamente alla sua portata.