moelgg
AP/LaPresse

Lo slalom maschile di Zagabria, che ha visto salire sul podio il 20enne azzurro Alex Vinatzer è già alle spalle. Mercoledì 8 gennaio infatti, la Coppa del mondo si trasferirà a Madonna di Campiglio (Ita) per il consueto slalom in notturna.

Lo storico appuntamento sul Canale Miramonti, giunto alla sua 66ª edizione, si prospetta molto combattuto: nella scorsa edizione il successo è andato allo svizzero Daniel Yule seguito dagli austriaci Marco Schwarz e Michael Matt. La squadra italiana ci arriva con molto entusiasmo, forte del terzo posto del gardanese nella prova di domenica sul circuito croato, ma anche del risultato ottenuto tre stagioni fa da Stefano Gross, l’ultimo azzurro a salire sul podio a Madonna di Campiglio. Nel 2016 il fassano riuscì a centrare la terza posizione dietro solo al norvegese Henrik Kristoffersen e al campione austriaco Marcel Hirscher.

Gross ci riproverà mercoledì quando sarà al via insieme ai compagni di squadra Fabian Bacher, Federico Liberatore, Simon Maurberger, Manfred Moelgg, Giuliano Razzoli, Tommaso Sala, Riccardo Tonetti e Alex Vinatzer. L’obiettivo è di provare a ripetere quanto di buono fatto a Zagabria, con tre italiani tra i migliori dieci. Il programma scatterà martedì 7 con l’estrazione dei pettorali prevista alle ore 19, poi il giorno successivo spazio alla gara con le due manche al via rispettivamente alle ore 17,45 e 20,45.