innerhofer
AFP/LaPresse

Matthias Mayer ha realizzato il miglior tempo nel secondo allenamento ufficiale della discesa maschile di Wengen, in Svizzera, che si disputerà sabato 18 gennaio sul celebre tracciato del Lauberhorn.

L’austriaco ha fermato il cronometro sul tempo di 2’26″80, di 1″ superiore rispetto a quello realizzato da Mauro Caviezel nella giornata di martedì. Mayer ha preceduto di 11 centesimi lo stesso Caviezel, che si dimostra particolarmente a proprio agio sulla celebre pista di casa, terzo è stato il norvegese Aleksander Aamodt Kilde a 31 centesimi, il quale ha preceduto un ottimo Christof Innerhofer. Il campione altoatesino migliora la propria condizione di giorno in giorno, stavolta ha accusato un ritardo di 49 centesimi.

Nella top ten di giornata c’è anche Mattia Casse, ottavo a 91 centesimi, mentre Matteo Marsaglia si piazza ventunesimo a 1″89 e Dominik Paris ventiduesimo a 1″98, sperimentando linee leggermente diverse da quanto fatto martedì. Più attardati Peter Fill, Alexander Prast, Emanuele Buzzi, Florian Schieder, Davide Cazzaniga e Riccardo Tonetti. Venerdì 17 gennaio si apre il programma con la combinata alpina: la discesa è prevista alle ore 10.30, lo slalom alle 14.00 con diretta televisiva su Raisport ed Eurosport.

Le dichiarazioni di alcuni degli azzurri al termine della seconda prova cronometrata della discesa di Wengen.

Dominik Paris: “mi sono concentrato molto sul solito passaggio sulla stradina alla esse di Kernen, con la quale non ho un gran feeling, tuttavia penso di avere trovato un compromesso. In vista della combinata, lo slalom di Wengen si addice abbastanza alle mie caratteristiche, qui sono sempre stato abbastanza veloce fra i pali stretti ma non velocissimo, gareggerò per giocarmi qualcosa di buono. Non sto guardando molto alla classifica generale, quindi non mi interessa particolarmente quanto fanno i miei avversari, mi concentro sulle gare e alla fine della stagione faremo i conti“.

Christof Innerhofer: “sono felicissimo di questa seconda prova, non è mai sicuro che dopo un infortunio sia possibile tornare veloce. Io ci sono riuscito, avevo buone sensazioni durante la discesa, ho messo in pista ciò che avevo in testa, facendo un buon miglioramento rispetto a due giorni fa. Credo di avere ancora del margine, penso di avere fatto un bel passo in avanti“.

Ordine d’arrivo seconda prova DH maschile Wengen (Svi):

  1. Matthias Mayer (Aut) 2’26″80
  2. Mauro Caviezel (Svi) +0″11
  3. Aleksander Aamodt Kilde (Nor) +0″31
    4. Christof Innerhofer (Ita) +0″49
  4. Ryan Cochran-Siegle (Usa) +0″66
  5. Beat Feuz (Svi) +0″79
  6. Kjetil Jansrud (Nor) +0″89
    8. Mattia Casse (Ita) +0″91
  7. Bryce Bennett (Usa) +1″01
  8. Carlo Janka (Svi) +1″03

21. Matteo Marsaglia (Ita) +1″89
22. Dominik Paris (Ita) +1″98
29. Guglielmo Bosca (Ita) +2″66
31. Peter Fill (Ita) +2″67
37. Alexander Prast (Ita) +2″95
40. Emanuele Buzzi (Ita) +3″07
48. Florian Schieder (Ita) +3″58
53. Davide Cazzaniga (Ita) +4″48
75. Riccardo Tonetti (Ita) +9″41

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE