goggia
AFP/LaPresse

Le parole delle azzurre alla vigilia della discesa femminile di Altenmarkt, terza prova stagionale di specialità in Coppa del mondo.

Sofia Goggia: “la neve si è un pochino compattata e la velocità è aumentata. A dire la verità non ho fatto una bellissima prova, ci sono state tante imperfezioni, ma sono riuscita a essere veloce ugualmente. Ho in testa le linee giuste, devo solamente mettere insieme i pezzi. Guardiamo gara dopo gara, sto costruendo la mia casa pezzo per pezzo, sono concentrata a fare le cose giuste per raggiungere l’obiettivo finale che sarà solamente in marzo. Qui si sale sul podio andando forte dall’inizio alla fine, chiaramente la parte nel bosco è quella decisiva ma non bisogna dimenticare tutto il resto“.

Nicol Delago: “è un tracciato che mi piace tanto perchè c’è dentro di tutto, abbiamo fatto due allenamenti e c’è stato modo di vedere le linee migliori, adesso non rimane che studiare bene il video per imare gli errori. Ho sbagliato molto in cima, perchè ho sperimentato linee diverse, è un pendio dove bisogna mollare, non esiste una linea perfetta ma pensare solamente ad andare forte. Qui Ledecka è molto pericolosa, speriamo di esserlo anche noi“.

Francesca Marsaglia: “durante le feste natalizie sono stata un po’ influenzata ma adesso mi sento bene. Ci siamo allenate molto bene a Passo San Pellegrino, le sensazioni soprattutto in discesa sono molto positive. Ho disputato due prove non molto pulite, penso si possa fare una bellissima gara se esegue alla lettera se faccio ciò che mi dicono gli allenatori. Pista completa, con tratti pianeggianti, salti in curva con linee differenti, molto tecnica e buia, in realtà molto buona per noi. Il podio in Canada mi ha dato serenità e tranquillità, ogni tappa voglio fare un passo avanti, rimanere concentrata e portare il massimo da qui a marzo“.

Elena Curtoni: “un secondo allenamento decisamente migliroe rispetto al giorno precedente, alcune parti ho sciato decisamente meglio, abbiamo ancora delle cose da sistemare ma in gara riesco sempre a tirare fuori qualcosa di diverso. La neve è migliorata, è divertente. In questa stagione è mancato l’acuto, ho sempre fatto pezzi buoni e pezzi meno buoni, nel momento in cui metterò tutto insieme arriverà un bel risultato. tecnicamente ho fatto un bel passo in avanti, devo soltanto trovare l’equilibrio giusto“.

Federica Brignone: “è la mia prima volta in discesa quest’anno, ieri la prova è andata male, oggi molto meglio, ci sono cose che posso migliorare, però mi sono divertita, comincia a sentire lo sci scorrere sotto i piedi anche in questa specialità, ci sono molte curve, la parte alta è scorrevole, devo concentrarmi sui punti di lancio dove fare velocità, è un po’ un tracciato d’altri tempi. La neve non è così difficile, per cui non è una discesa molto complicata. Nella combinata di domenica la nuova formula mi può favorire. Se riesco a fare un bel supergigante, poi avrei la possibilità in slalom di sfruttare un pettorale di partenza favorevole“.

Layra Pirovano: “due buone giornate di allenamento, la mia ultima discesa fu a Cortina dove caddi e mi feci male, per cui sono contenta. Qui ho già corso in Coppa Europa in passato, ma si partiva esattamente da metà. Pista molto bella, con curve, neve dura che sbatte, in gara cercheremo di replicare, ma se anche non dovesse essere sarò comunque contenta per avere fatto un bel passao in avanti. Spero di avere altre possibilità in futuro di fare discesa“.