Giannis Antetokounmpo
LaPresse/EFE

I Milwaukee Bucks non sbagliano un colpo e stendono anche San Antonio, inanellando la quinta vittoria consecutiva e confermandosi la miglior franchigia NBA con il record di 32-5. Gli Spurs si arrendono 127-118, surclassati dall’attacco avversario che va oltre i 100 per la 61ª partita consecutiva, eguagliando il primato di Houston arrivato nel 2017. Migliore in campo come al solito è Giannis Antetokounmpo, capace di mettere a referto 32 punti in 29 minuti giocati, 19 solo nel terzo quarto.

Brilla nella notte anche la stella di Luka Doncic, ma non basta per evitare a Dallas la sconfitta all’overtime contro Charlotte. Lo sloveno firma la sua decima tripla doppia stagione con 39 punti, 12 rimbalzi, 10 assist senza però evitare il ko alla sua squadra, bucata dai canestri di Terry Rozier giunti sia al termine dei regolamentari che nell’extra-time. Secondo successo consecutivo per gli Hornets, che si impongono 120-123.

Un super Danilo Gallinari trascina alla vittoria gli Oklahoma City Thunder, mettendo a segno ben 19 punti con 5/11 dall’arco. Canestri pesantissimi quelli del Gallo, che permettono alla sua squadra di battere a domicilio Cleveland 106-121, mettendo a referto anche 5 rimbalzi e 3 assist. I Thunder consolidano così il settimo posto a Ovest, conquistando il quinto successo consecutivo, il nono delle ultime dieci partite giocate.

Macina gioco e successi anche Utah, che ottiene contro gli Orlando Magic la decima vittoria negli ultimi undici match. Merito di un Donovan Mitchell in serata di grazia, considerando i 32 punti segnati e i sei assist messi a referto. Bene anche Georges Niang, che regala 15 punti in 16 minuti. Sorridono anche i Toronto Raptors, che si rialzano dall’ultima sorprendente sconfitta e superano a domicilio i Brooklyn Nets con il punteggio di 102-121.

Dopo le quattro vittorie consecutive della scorsa settimana, Golden State centra oggi il quarto ko consecutivo, compensando così il saldo. I Warriors si inchinano a Detroit, trascinata da un super Drummond, autore di 14 punti e 18 rimbalzi prima di uscire per limite di falli. Successo casalingo invece per Atlanta, che supera 116-111 gli Indiana Pacers. Boston e Washington invece non sudano per stendere Chicago e Denver, mentre succede di tutto tra Kings e Pelicans, con gli ospiti che la spuntano dopo aver quasi buttato via del tutto una vittoria già scritta.

risultati nba