Il contratto con la Yamaha scadrà alla fine del 2020, ma al momento Valentino Rossi non ha ancora deciso cosa fare oltre quella data. Il Dottore è combattuto sul da farsi, indeciso se proseguire la sua ventennale carriera in MotoGp oppure cambiare aria.

valentino rossi
AFP/LaPresse

Sul suo futuro è intervenuto papà Graziano, che ha espresso il proprio punto di vista ai microfoni di Radio Sportiva: “la Yamaha può garantire la risalita, Valentino ha provato a cambiare il capotecnico per avere qualcosa di nuovo, anche dentro se stesso. Capirà se questo qualcosa di nuovo sarà abbastanza per spingerlo a proseguire. Farà la scelta giusta, ma io credo che ancora non sia pronto per smettere. È ancora molto veloce in pista. All’85-90% Valentino è ancora in grado di vincere. Spero che continui capendo che può essere ancora competitivo, ma ovviamente la scelta spetta a lui. Lorenzo collaudatore in Yamaha? Non ci sarebbe niente di strano. Jorge va forte e può portare la moto ad alto livello grazie alla sua esperienza maturata in carriera in sella alla moto del team di Iwata“.

rossiAd inizio dicembre, Valentino Rossi ha guidato la Mercedes di Lewis Hamilton, ottenendo grandi risultati. Secondo papà Graziano, il Dottore non si farebbe sfuggire l’occasione nel caso in cui ricevesse un’offerta dal team di Brackley: “quando Valentino smetterà con le moto, la prima categoria in ordine di gradimento è la F1. Speravo che la Mercedes gli proponesse un contratto dopo le prove fatte. Dovesse accadere in futuro, forse accetterebbe.