Zielinski
Cafaro/LaPresse

Quattro sconfitte consecutive in casa cancellate con un colpo di spugna, il Napoli si prende la vittoria più bella e si rilancia in classifica, stendendo la Juventus al San Paolo grazie ad una prestazione perfetta.

Insigne
Foto Fabrizio Corradetti / LaPresse

Una vittoria di Rino Gattuso, che rimanda battuto Maurizio Sarri, accolto con sonori fischi al suo ingresso in quello che, per tre anni, è stato il suo tempio. Non c’è spazio nel calcio per la riconoscenza, nemmeno dopo le meraviglie di quel Napoli, che ha propagandato il sarrismo nel mondo. Questa è la notte di Gattuso e della sua squadra, capace di annientare la capolista con i gol di Zielinski e Insigne, colpendo nel miglior momento possibile i bianconeri, riusciti a reagire nel finale con Cristiano Ronaldo, la cui rete non è bastata per riaprire il match.

Gattuso
Fabrizio Corradetti / LaPresse

Ottava partita consecutiva a segno per CR7, un primato che non fa sorridere il portoghese, costretto ad ingoiare il boccone amaro della sconfitta dopo un lungo filotto di successi. Cinico, concentrato e determinato il Napoli di Gattuso, una squadra completamente diversa da quella vista nell’ultimo mese al San Paolo. Merito di un ritrovato Insigne e di quegli innesti a centrocampo che hanno letteralmente cambiato il volto degli azzurri. Adesso c’è da continuare su questa squadra per non disperdere questa iniezione di fiducia, toccherà a Gattuso tenere alta la concentrazione, per evitare quei passaggi a vuoto che finora hanno condizionato la stagione del Napoli.

Valuta questo articolo

Rating: 1.0/5. From 1 vote.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE