Rossi
AFP/LaPresse

La vittoria manca dal Gran Premio di Assen del 2017, il podio invece dalla gara di Austin del 2019. Un digiuno davvero pesante per Valentino Rossi, costretto a fare i conti non solo con avversari tostissimi, ma anche con i cronici problemi della Yamaha.

capirossi
AFP/LaPresse

Per il Dottore inizia l’ultimo anno di contratto, una stagione fondamentale per decidere cosa fare nel proprio futuro. Un bivio che mette il pesarese davanti a due strade: continuare oppure ritirarsi. Proprio su questo argomento si è soffermato Loris Capirossi, intervistato dalla testata francese Paddockgp.com: “Valentino Rossi è un fenomeno, un grande campione, che a volte è ancora là a giocarsela con i migliori. Però, ormai ha 40 anni e credo che il peso degli anni inizi a farsi sentire anche per lui. La velocità ce l’ha ancora, ma forse gli manca la foga e l’incoscienza dei giovani per prendersi tutti i rischi necessari in un giro veloce. Adesso è più conservatore. Sul ritiro sceglierà lui se prendere questa decisione. Una cosa è certa, se nel 2020 vivrà una stagione simile a quella trascorsa nel 2019 allora deciderà di fermarsi“.