Ibra e Nocerino
Daniele Badolato

L’amicizia con Nocerino esiste eccome dopo la grande stagione trascorsa insieme al Milan, ma quando Zlatan Ibrahimovic deve incensare se stesso, non c’è rapporto che tenga.

Ibrahimovic
LaPresse/Spada

Durante la conferenza stampa di presentazione dopo l’ufficialità del suo ritorno in rossonero, lo svedese aveva risposto piccato ad un giornalista, precisando come Nocerino si fosse trovato bene con lui e non viceversa. Con qualche giorno di ritardo, l’ex centrocampista rossonero ha replicato al gigante di Malmoe, mettendo in chiaro alcuni concetti: “so quello che ho fatto io in carriera e che mi sono sempre guadagnato tutto da solo sul campo. Ibra non solo con i suoi gol, ma anche con i suoi assist e i suoi movimenti è un campione fantastico, come io ho sempre detto a tutti in ogni occasione possibile. Mi ha fatto 3 assist lo ringrazio, anche se nella storica serata del gol di Muntari ho fatto gol anche se lui non era in campo contro la Juve a San Siro. Ho segnato poi altre 2 reti nei 4 mesi successivi alla sua partenza, nel dicembre del 2012. In particolare contro il Pescara senza Ibra ho fatto lo stesso gol che avevo segnato contro il Lecce con Ibra“.