maurizio sarri
LaPresse

Archiviato il titolo di campione d’inverno ottenuto domenica sera con la vittoria sulla Roma, la Juventus si concentra adesso sulla Coppa Italia, competizione in cui esordirà domani allo Stadium contro l’Udinese.

Marco Alpozzi/LaPresse

Prima di concentrarsi sulla partita, Maurizio Sarri ha voluto chiudere la questione Dybala, sottolineando come si sia trattato di un semplice litigio come molti altri: “con Paulo parlo tutti i giorni perchè è un ragazzo simpatico. Ha solo chiesto il motivo della sostituzione, mi sembra normale e non dobbiamo vivere di polemiche. In ogni luogo di lavoro capita di litigare. Ronaldo? La sensazione è che i nostri attaccanti stiano bene, Ronaldo è in un momento straordinario e lo dicono i numeri, non solo quelli sul piano realizzativo”.

Ronaldo e Sarri
Lapresse

L’allenatore bianconero ha poi proseguito: “ho visto De Ligt in grande ripresa e anche Rugani è un giocatore importante che tengo in considerazione. Emre Can per giocare in una difesa a 4 necessiterebbe di un percorso lungo, in Nazionale gioca a 3. Per giocare a centrocampo, sia da centrale che da mezzala, servono determinate caratteristiche. Pjaca? E’ un giocatore importante che spero possa avere più spazio. A Napoli era uno dei nostri obiettivi e mi arrabbiai molto quando andò alla Juventus. Buffon dovrebbe giocare, per noi è una grande risorsa. Per il resto chi ha giocato a Roma oggi ha fatto lavoro di scarico”.