Conte
Fabio Ferrari/LaPresse

Avrebbe potuto incassare la seconda sconfitta di questo campionato, invece Antonio Conte si porta a casa un pareggio preziosissimo che lo lascia da solo in testa almeno per una notte, in attesa di Roma-Juventus.

Conte
Fabio Ferrari/LaPresse

I motivi per sorridere dopo Inter-Atalanta non sono tantissimi però per l’allenatore nerazzurro, che ha espresso le proprie preoccupazioni a DAZN: “la differenza dei due tempi? Abbiamo affrontato questa partita senza quattro elementi. Non averli avuti a disposizione significa tanto. Affrontiamo una squadra che fa dell’intensità e della forza fisica le armi chiave, e lavora da tanto tempo insieme. Rispetto all’anno scorso, abbiamo 11 punti in più di loro: l’anno scorso ci sono finiti davanti, non dobbiamo dimenticarlo. Abbiamo fatto il possibile per cercare di vincere la partita. Io spero di avere sempre tutti gli effettivi, ma quando manca qualcuno ci rendiamo conto di avere la coperta troppo corta. Ma andiamo avanti, cercando di fare del nostro meglio, i ragazzi hanno dato tutto. La classifica non ci deve ingannare. Stiamo comunque facendo un qualcosa di straordinario, ma non dobbiamo mollare: penso che i nostri tifosi comunque stiano notando i progressi”.