djokovic
AP/LaPresse Tertius Pickard

Gli incendi che stanno devastando l’Australia hanno lasciato senza parole il mondo intero, che si sta mobilitando per aiutare la terra dei canguri. Tanti sono i tennisti che stanno proponendo diverse donazioni per l’Australia e, a margine dell’ATP Cup, c’è stato anche modo di parlare dell’imminente Australian Open.

djokovic
AP/LaPresse
Tertius Pickard

Se gli incendi mettono a rischio la salute dei giocatori non possiamo non considerare la possibilità di rinviare il torneo. Penso che gli organizzatori cercheranno di fare tutto il possibile per non rinviare l’inizio del torneo. Cancellarlo rimane l’opzione estrema ma se c’è in gioco la salute dei giocatori penso che si debba considerare tutto“, dichiarato Novak Djokovic.

Stanno monitorando la situazione giorno dopo giorno. Speriamo che riescano a spegnere gli incendi. Se però dovessero continuare e la qualità dell’aria dovesse peggiorare, qui a Sydney e a Melbourne, credo che bisognerà pensare a qualche nuova regola. Chiaramente non è facile, l’Australian Open inizia in una certa data e vanno considerati tanti aspetti. Ma prima di tutto bisogna evitare pericoli per la salute, per tutti“, ha concluso il tennista serbo.