Linas-Montlhery

Ci sono: un idraulico, un farmacista e un antifascista, e no, non è l’inizio di una barzelletta, al massimo… quello di una favola! Un racconto di stampo calcistico, che i giocatori del Lians-Montlhery potranno un giorno raccontare ai propri figli e nipoti. Il piccolo club che milita nella 6ª Divisione francese, affronterà nella giornata di domani il PSG nei trentaduesimi di Coppa di Francia.

Linas-MontlheryPer il piccolo borgo situato ad una trentina di km da Parigi, sarà una vera e propria festa. Lo stadio sarà tutto esaurito nei suoi 15.000 posti, con biglietti venduti fra 10 e 20 euro. Si assicurerà che tutto vada per il meglio il guardiano dello stadio, che è anche il presidente del club, Mickael Bertansetti, che vanta un patrimonio di 225.000 euro (guadagnati per lo più da impiegato comunale), circa due giorni dello stipendio di Neymar. Sarà una partita speciale anche per l’allenatore Stephan Cabrelli, nipote di un leader antifascista scampato al regime di Mussolini, che quando non siede in panchina veste i panni di un manager d’azienda. Stephan è tifosissimo del PSG al punto da aver chiamato il suo gatto ‘Zlatan’, in onore di Ibrahimovic, bomber che ha militato nel PSG qualche anno fa.

I giocatori hanno sacrificato le feste, scegliendo addirittura di utilizzare le ferie natalizie per allenarsi con maggior costanza in vista della partita contro campioni del calibro di Mbappè, Neymar, Cavani e Icardi. E poco importa se in campo ci sarà il terzino/idraulico Medhy Bathily, il farmacista Amine Mejiri o l’ex canterano del PSG Johan Rocca, oggi 33enne capitano del club: comunque vada, sarà una festa con oltre 3000 sciarpe che i tifosi sventoleranno per supportare i propri beniamini. E poi chissà che non possa capitare qualche sorpresa… del resto Ndombele, che in estate è passato dal Lione al Tottenham per 60 milioni, ha iniziato la sua carriera proprio nel Linas-Montlhery.