lewis hamilton
AFP/LaPresse

Lewis Hamilton ha disputato un 2019 super a bordo della sua monoposto, che gli ha permesso di conquistare il suo sesto titolo Mondiale e di avvicinarsi dunque sempre più al record di Michael Schumacher. Il campione britannico, a differenza dei suoi colleghi, non ama concentrarsi solo ed esclusivamente sulla F1, ma coltiva tantissime passioni, tra cui quelle per la musica e per la moda.

Secondo alcuni si tratta di distrazioni, mentre altri sono certi che lo stile di vita di Hamilton gli consenta di viversi al meglio la sua avventura nel motorsport, scacciando via ansie e stress. Di recente Hamilton ha parlato proprio delle sue passioni e del suo futuro, ammettendo di essere più ansioso prima di una sfilata che prima di una gara.

lewis hamilton
AFP/LaPresse

Non ho paura dell’addio alle corse, anche se so già che sarà il giorno più triste della mia carriera, come per ogni atleta. Sarà triste dire basta a qualcosa che hai amato e fatto per gran parte della mia vita. Per questa ragione ho coltivato tanti altri interessi per non cadere in un buco nero. Ad esempio la mia attività di disegnatore nella moda. Ho trovato qualcosa che potrò fare se continuerò ad avere successo. Le cose attualmente stanno andando davvero bene, ma ovviamente nessuno può dire quanto durerà. Ma almeno ho un secondo pilastro, e non è l’unica cosa che faccio. La mia vita non finirà con il ritiro, ma comunque mi sento fisicamente bene al momento, per cui rimanderò questo momento il più lontano possibile“, ha spiegato il pilota Mercedes.

lewis hamilton
Photo4/LaPresse

Sarà diverso non gareggiare più, ma non meno eccitante. Posso confessare di essere più nervoso nel backstage di una sfilata che prima di un GP. In quel momento la tua collezione è giudicata da altri, e ho un team anche lì. Quindi non è proprio una differenza dal giorno alla notte. In futuro mi regalerò altri duelli, ad esempio a tennis con mio padre. Sta migliorando, tra qualche tempo avrò bisogno di lezioni per continuare a sconfiggerlo“, ha concluso.