camilleri
photo4/Lapresse

Il 2019 non ha sorriso in particolar modo alla Ferrari: nonostante qualche gioia il team di Maranello non ha brillato nell’ultimo Mondiale, ma gli errori sono serviti alla squadra per migliorare in vista del 2020.

louis camilleri
photo4/Lapresse

“Sotto la leadership di Mattia, una nuova cultura di trasparenza è stata portata avanti all’interno della scuderia. Vedo molti segnali incoraggianti, abbiamo identificato le nostre debolezze e ne abbiamo eliminate già alcune“, ha dichiarato Camilleri ad Auto Motor und Sport.

Guardiamo indietro alla stagione con sensazioni miste, perché l’obiettivo è stato mancato. Abbiamo fatto troppi errori a tutti i livelli, con i piloti, con la strategia, con l’affidabilità. Siamo una squadra, un giovane team che ha bisogno di pazienza e che deve ancora trovare la sua strada. La stabilità è stata la chiave del successo di molti team, la Ferrari nei suoi giorni d’oro, ma anche McLaren, Red Bull e ora la Mercedes”, ha concluso.