alejandro valverde
Gian Mattia D'Alberto/LaPresse

La carta di identità dice 39 anni, ma Alejandro Valverde non ha nessuna intenzione di dire basta. Lo spagnolo si prepara per una stagione lunga e complicata, dove i suoi obiettivi principali saranno l’Olimpiade di Tokyo e il Mondiale.

alejandro valverde
Fabio Ferrari/LaPresse

Intervistato ai microfoni di Marca, il campione iberico ha ammesso: “Tokyo sarà sicuramente il mio obiettivo prioritario, anche se non l’unico. Anche il Mondiale sarà importante per me, però sono concentrato soprattutto sull’Olimpiade. E’ il grande traguardo che mi manca, e vincere in quell’occasione mi renderebbe felicissimo. Il Tour de France? L’idea è quella di non concluderlo per prepararmi alle Olimpiadi. Chi se ne intende, sa benissimo che è molto complicato essere al 100% ai Giochi se competi al massimo al Tour fino all’ultimo giorno. Quindi, salvo sorprese, il mio piano è questo e credo anche che sia la decisione migliore“.

alejandro valverde
Fabio Ferrari/LaPresse

Un piano che Valverde seguirà anche in occasione della Vuelta: “lo stesso succederà con la Vuelta, arriveremo stanchi dal Giappone e servirà tempo per adattarsi. Probabilmente non la correrò nel mio miglior stato di forma, però mi servirà per preparare il Mondiale. Il 2019 è stato un anno positivo, anche se ho vinto meno di quanto mi aspettassi. Però me la sono goduta per il fatto di aver indossato la maglia di campione del mondo, un obiettivo per il quale mi sono battuto per tanti anni. Ed averla avuta sulle spalle è stato come essermi messo delle ali“.