andrea scarpa

Mi sto allenando con grande intensità perché considero questo match fondamentale per la mia carriera. Contro Luther Clay ho perso nettamente e voglio dimostrare che si è trattato solo di un episodio. Sono diventato professionista per combattere ad altissimo livello e quindi non posso permettermi di perdere di nuovo. Andrea Scarpa è più esperto di me, ha un pugno che fa male ed un allungo che usa a suo vantaggio. Sarà un avversario ostico. Per questo, mi sto allenando come se dovessi combattere per un mondiale”, così Dario Morello ha parlato dell’avversario che affronterà venerdì 28 febbraio all’Allianz Cloud di Milano sulla distanza delle 8 riprese nella categoria dei pesi welter nella grande manifestazione organizzata dalla Opi Since 82, da Matchroom Boxing Italy e dal servizio streaming DAZN che la trasmetterà in diretta.

boxePronta la risposta di Andrea Scarpa: “Anch’io mi sto allenando come per un mondiale, anch’io vengo da una sconfitta e voglio vincere per dimostrare che sono in grado di combattere ancora ad alto livello. Ho otto anni di esperienza professionistica, Morello ne ha solo 4. Ho disputato quasi il doppio dei suoi incontri. Ho un’esperienza internazionale che Morello non possiede: ho affrontato pugili di alta classifica, a casa loro, e mi sono sempre fatto rispettare. A parte le due sconfitte all’inizio della carriera, ho perso solo contro avversari quotati come Ohara Davies che era imbattuto o come Sandor Martin che è stato effettivamente più bravo di me: dopo dieci riprese, il mio angolo ha deciso di fermarmi perché non aveva senso continuare. Non ho protestato perché avevo entrambi gli occhi quasi chiusi. Sandor è stato bravissimo a trovare la distanza, a colpirmi con precisione. Punto e basta. Invece, contro Joe Hughes a Firenze ho dei rimpianti perché quella settimana ho avuto un grave problema familiare e non ero concentrato. Nonostante questo, secondo un giudice avevo vinto io per 116 a 112. Per gli altri due giudici, invece, aveva vinto Hughes con i punteggi di 118-111 e 116-112. In definitiva, voglio dire una cosa a Morello: venerdì 28 febbraio ti batterò!”.

Dario Morello e Andrea Scarpa hanno bisogno di una vittoria per rilanciare la loro carriera visto che sono giovani (Morello ha 26 anni, Scarpa ne ha 32) e possono ambire a vincere ancora titoli importanti. Dario Morello ha sostenuto 16 combattimenti: 15 vinti (2 prima del limite) e 1 perso. Andrea Scarpa ha un record composto da 24 vittorie (11 prima del limite) e 6 sconfitte. Entrambi hanno vinto il titolo italiano. Andrea Scarpa è stato campione d’Italia dei pesi superpiuma e dei pesi superleggeri. Dario Morello è diventato campione d’Italia dei pesi welter. A livello internazionale il maggiore risultato di Andrea Scarpa è stato battere in sei riprese John Wayne Hibbert per il vacante titolo Silver dei pesi superleggeri WBC il 25 giugno 2016 a Londra. Scarpa ha perso ai punti il titolo Silver WBC contro Ohara Davies alla Wembley Arena di Londra il 26 novembre 2016. Andrea Scarpa risiede a Torino da molti anni, ma è nato a Foggia e tiene tanto alle sue radici da indossare la maglia con la scritta “100% foggiano” ogni volta che sale sul ring.

Andrea, come ti stai allenando per battere Morello?

“Come al solito mi alleno a Moncalieri, in provincia di Torino, alla Kombat Sport di Marco Calandretti. Il mio maestro è sempre Tony Di Rienzo. Nelle prossime settimane mi recherò a Milano, alla Opi Gym di Alessandro Cherchi per fare sparring con pugili professionisti come Maxim Prodan, Samuel Gonzalez, Joshua e Samuel Nmomah. Ogni volta che faccio sparring con loro, mi sembra di disputare un combattimento ufficiale perché picchiano come pazzi. Soprattuto Maxim ha il pugno pesante: quando arriva in faccia fa male.”

Contro Morello combatterai da peso welter, credi che questo sia uno svantaggio per te che vieni dalla categoria inferiore?

“No perché ho vinto il mio primo titolo italiano da peso superpiuma, sono salito di due categorie di peso e sono diventato campione d’Italia dei pesi superleggeri. La mia potenza non ne ha risentito e sono sicuro che i miei pugni faranno male anche ad un peso welter naturale come Dario Morello. Sono contento di combattere da peso welter, così non dovrò perdere otto kg in poche settimane come quando combattevo da peso superleggero.”

Lavori ancora come barman?

“No, ho cambiato lavoro: ora faccio il disc jockey nei locali di Torino e provincia. Sono specializzato in musica elettronica. E’ un lavoro che mi impegna poche sere alla settimana e mi concede il tempo per allenarmi e combattere. Prima di tutto sono un pugile e voglio fare strada tornando a combattere per un titolo. Sono stato campione d’Italia, campione intercontinentale IBF e campione Silver WBC. Ho dimostrato il mio valore e lo dimostrerò ancora.”

Nella riunione del 28 febbraio, il main event sarà il combattimento tra l’imbattuto campione internazionale IBF dei pesi supermedi Daniele Scardina (18-0 con 14 KO) e il francese Andrew Francillette (21-2 e 1 pari) sulla distanza delle 10 riprese. Saranno in palio altri due titoli internazionali IBF sulla distanza delle 10 riprese: il campione dei pesi welter Maxim Prodan (18-0 e 1 pari con 14 KO) se la vedrà con Michele Esposito (17-4 e 1 pari con 5 KO), mentre Carmine Tommasone (20-1 con 5 KO) e Francesco Grandelli (13-1 e 1 pari con 2 KO) si affronteranno per il vacante titolo dei pesi piuma. Inoltre, nei pesi supermedi, Riccardo Merafina (7-0 con 3 KO) sfiderà Vadim Gurau (6-6). Infine, il palermitano Cristian Cangelosi (1-0) disputerà il secondo match professionistico. Come annunciato la settimana scorsa tornerà sul ring anche Ivan Zucco (11-0 con 9 KO), ma non contro Filippo Gallerini. Il nome del nuovo avversario sarà reso noto nei prossimi giorni.

I biglietti per la manifestazione del 28 febbraio all’Allianz Cloud sono disponibili su TicketOne.it e presso la Opi Gym in Corso di Porta Romana 116/A (telefono 02-89452029). Questi i prezzi che comprendono i diritti di prevendita: 60 Euro (bordo ring), 25 Euro (tribuna centrale) e 20 Euro (tribuna laterale