Daniele Meucci
LaPresse/Daniele Badolato

Ancora una gara su strada per Daniele Meucci, stavolta all’estero. L’azzurro è atteso al via della 10 km di Valencia, domenica 12 gennaio in Spagna, a meno di due settimane dal secondo posto alla We Run Rome sulla stessa distanza. Nella corsa di San Silvestro della capitale, il 34enne dell’Esercito ha compiuto il rientro agonistico un paio di mesi dopo aver portato a termine la maratona di Francoforte nel crono di 2h10:52, a soli sette secondi dal record personale e in linea con lo standard d’iscrizione per le Olimpiadi di Tokyo, per lasciarsi alle spalle il ritiro ai Mondiali di Doha. Il suo primato nei 10 chilometri è invece di 28:19 ottenuto a New York nel 2014, l’anno del titolo europeo sui 42,195 km vinto a Zurigo. Sarà un nuovo test nel cammino verso una maratona primaverile, che prevede due periodi di allenamento in quota a Iten, in Kenya: dal 20 gennaio fino a metà febbraio, poi il successivo in marzo, con la possibilità di correre due mezze maratone nell’intervallo di tempo fra i raduni. Da qualche mese l’ingegnere pisano ha iniziato una collaborazione tecnica con l’ex azzurro Luciano Di Pardo, al fianco della compagna Giada Bertucci che segue quotidianamente Meucci nella preparazione.