Lai Luca
(foto Colombo/FIDAL)

Si migliora il velocista Luca Lai sui 60 metri. Al meeting indoor di San Gallo, in Svizzera, lo sprinter sardo vince la finale in 6.65 con un progresso personale di tre centesimi, rispetto al 6.68 dell’anno scorso ad Ancona.

Il 27enne dell’Athletic Club 96 Alperia, campione italiano in carica della specialità, si era aggiudicato anche la batteria della riunione elvetica in 6.75. Una settimana fa, nelle gare di esordio, aveva già avvicinato il suo limite con 6.70 e 6.69 sul rettilineo di Modena. Nel 2019 si è messo in evidenza anche all’aperto: proprio in Svizzera, a La Chaux-de-Fonds, è sceso a 10.24 sui 100 metri prima di salire sul podio agli Assoluti di Bressanone, terzo in 10.44.

Nel salto in lungo, al Palaindoor di Ancona, esordio con 7,75 del siciliano Antonino Trio (Athletic Club 96 Alperia). Sui 400 cresce Eloisa Coiro (Fiamme Azzurre) con 54.41: è il record personale in sala della romana che nella scorsa estate sugli 800 è stata quarta agli Europei under 20 conquistando poi il titolo italiano assoluto. Nei 60 metri la stagione di Ilenia Draisci (Esercito) inizia con un successo in 7.52. Seconda gara dell’anno per Chiara Rosa (Fiamme Azzurre) che a Padova lancia il peso a 16,90, una settimana dopo il debutto dello scorso weekend con 17,20 ad Ancona.

Nei campionati regionali di prove multiple indoor, a Bergamo, sfiora il personale la tricolore del pentathlon Sveva Gerevini (Cremona Sportiva Atl. Arvedi) con 3872 punti. Giovani in evidenza ad Aosta. Sui 60 ostacoli Veronica Besana (Atl. Lecco Colombo Costruzioni) corre in 8.45 e diventa la settima under 20 italiana alltime in sala. Nell’asta la 15enne Great Nnachi (Cus Torino) si migliora con 3,85 per inserirsi in quarta posizione nelle liste nazionali allieve indoor di sempre.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE