Ritorno in pedana per Marco Fassinotti. Dopo sei mesi di assenza, sabato 18 gennaio l’azzurro del salto in alto apre il 2020 in Francia, a Hirson, per il primo impegno della stagione indoor che passerà anche dagli Assoluti di Ancona il 23 febbraio. Il 30enne torinese dell’Aeronautica è rientrato in Italia da alcune settimane dopo un periodo di allenamento di tre mesi tra Giappone e Australia, insieme al coach Alex Stewart che lo segue da oltre un anno, e per il periodo invernale farà base a Varese. “L’obiettivo? Tornare in gara in maniera tranquilla per fare ciò che so fare: in queste gare indoor mi piacerebbe mettere nel ranking due punteggi di un certo livello come punto di partenza. In allenamento ho visto cose positive e rispetto al 2019 ho molta più idea su come devo gestirmi”. Sabato sera alle 21, tra i rivali di Fassinotti (2,35 al coperto nel 2016), sono annunciati due atleti da 2,28: il lituano Adrijus Glebauskas e l’ucraino Viktor Lonskiy. I problemi fisici sembrano lasciati alle spalle e l’argento dell’Universiade 2017 cerca il rilancio: “Lo scorso anno sono stato fermo per tre mesi a causa di una microfrattura al pube – spiega – questo certamente ha rallentato il percorso che spero mi riporti alle misure di qualche anno fa. Dopo Hirson sono iscritto anche in Germania, a Wuppertal, il 24 gennaio e conto di trovare buone misure che mi consentano di entrare nelle classiche di febbraio a Trinec, Hustopece e Banska Bystrica, e di affrontarle con la giusta attitudine mentale”.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE