Alessia Trost
A.G.GiancarloColombo

La stagione di Alessia Trost ed Elena Vallortigara comincerà dal meeting di salto in alto Udin Jump Development. Mercoledì 29 gennaio, a Udine, le saltatrici azzurre saranno in azione per la prima uscita del 2020, annata che culminerà nei Giochi olimpici di Tokyo dal 31 luglio al 9 agosto. Il bronzo mondiale indoor del 2018 Trost (Fiamme Gialle) e la campionessa italiana al coperto Vallortigara (Carabinieri), capace di 2,02 in Diamond League a Londra nel luglio di due anni fa, vanno in pedana per iniziare al meglio la nuova stagione. In campo femminile è attesa anche la friulana Desirée Rossit (Fiamme Oro). Al maschile, invece, tanti gli atleti provenienti dall’estero, per sfidare l’azzurro Stefano Sottile (Fiamme Azzurre), primatista italiano under 23 con 2,33 e già in possesso dello standard d’iscrizione per le Olimpiadi: in questi giorni è al lavoro a Tenerife nel raduno azzurro dei velocisti e dei saltatori. Arriveranno a Udine il portoricano Luis Castro, il cinese Zhang Guowei, atleta con un personale di 2,38, il cipriota Vasilios Konstantinou, già presente a Udine nel 2019, che potrebbe essere in Friuli insieme al connazionale Kyriakos Ioannou, altro altista con prospettive olimpiche. Tra i giovani, il nome di rilievo sarà quello dello sloveno Sandro Tomassini, autore della migliore prestazione mondiale under 16 con la misura di 2,20 nel 2019.