Afobe
LaPresse/PA

L’attaccante di proprietà dello Stoke ma attualmente al Bristol è spezzato dal dolore per la morte della figlia, stroncata da un’infezione all’età di 2 anni

Una notizia davvero tremenda, un lutto che colpisce l’intero calcio inglese, provato dalla scomparsa della figlia di Benik Afobe, attaccante del Bristol City ma di proprietà dello Stoke City. La piccola Amora aveva solo due anni e non è riuscita a superare una tremenda infezione, che non le ha lasciato scampo nella notte tra venerdì e sabato.

Afobe
PA/LaPresse

Lo stesso calciatore ha annunciato la morte della figlia, chiedendo privacy e rispetto in questo momento di profondo dolore e tristezza. Il Bristol ha dedicato a Benik la vittoria ottenuta contro l’Huddersfield, mentre  James Maddison gli ha dedicato il gol segnato in Leicester-Everton mostrando una maglietta particolare: “Benik, siamo tutto con te fratello“. Il centrocampista delle Foxes ha poi scritto su Twitter un altro messaggio al proprio amico: “Benik Afobe, nessuna parola o messaggio sulla mia maglietta sarà mai abbastanza, ma voglio solo che tu sappia che io, la città di Leicester e il mondo del calcio siamo qui per te e la tua famiglia. Resta forte in questo momento straziante fratello”.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE