federico pellegrino
Credits: Fisi.org

La Norvegia si conferma imbattibile nelle Team Sprint a tecnica libera e conquista l’ennesima vittoria piazzando ben due squadre sui gradini più alti del podio. Sotto una fitta nevicata, la gara è durissima con il gruppo molto compatto nella prima parte, poi prendono il largo i due team norvegesi seguiti dalla Finlandia 1 e dalla Francia 1. Quest’ultima, che ha schierato Lucas Chanavat nella frazione finale, prova a dare uno strappo nell’ultimo km ma non c’è nulla da fare: la coppia Skar-Valnes beffa tutti, anticipando di 1″29 i connazionali Tefre-Taugboel e il duo finlandese Hakola-Maeki, attardato di 1″43. Finisce addirittura fuori dal podio la Francia 1 di Chanavat, vincitore della sprint di sabato.

Bilancio positivo per la squadra azzurra, capace di portare ben due team in finale. Federico Pellegrino e Stefan Zelger se la giocano a lungo con i migliori chiudendo al quinto posto (13″42 il distacco dalla vetta), mentre la giovane coppia formata da Davide Graz e Michael Hellweger non riesce ad andare oltre la decima piazza. Il poliziotto valdostano, secondo nella sprint disputata sabato, si conferma il migliore italiano e si candida come grande protagonista in vista del Tour de Ski del prossimo 28 e 29 dicembre a Lenzerheide.

Tra le donne a siglare la doppietta è stata la Svezia, con ben due coppie davanti a tutti. Terzo posto per la Svizzera. Meno bene qui l’Italia con le formazioni Greta Laurent-Lucia Scardoni e Alice Canclini-Francesca Franchi, che non sono riuscite ad andare oltre le qualifiche.

Ordine d’arrivo Team Sprint maschile Cdm Planica (Slo):
1. Norvegia I (Skar-Valnes) 16:54.52
2. Norvegia II (Tefre-Taugboel) +1.29
3. Finlandia I (Hakola-Maeki) +1.43
4. Francia I (Chanavat-Jouve) +1.50
5. Italia I (Zelger-Pellegrino) +13.42
6. Svizzera I (Furger-Heidiger) +16.16
7. Usa (Bolger-Hanneman) +21.19
8. Francia II (Chautemps-Jay) +27.20
9. Svezia II (Svensson-Grate) +32.89
10. Italia II (Graz-Hellweger) +44.76