Nicol Delago
Photo by Mark RALSTON/AFP

Una Viktoria Rebensburg d’annata coglie il diciottesimo successo della carriera, assicurandosi il supergigante femminile di Lake Louise che ha chiuso la tre giorni canadese di Coppa del mondo, anche se l’Italia sorride grazie al secondo podio consecutivo. Dopo il terzo posto di Francesca Marsaglia in discesa arrivato sabato, è toccato a Nicol Delago fare addirittura di più con un fantastico secondo posto.

La 23enne finanziera gardenese, partita con il pettorale numero 31, ha saputo interpretare al meglio il tracciato realizzando in ogni parziale passaggi di assoluto livello, tanto da rimanere sempre a contatto della vincitrice, fino a precedere sul traguardo la svizzera Corinne Suter e scalzando dal podio l’austriaca Stephanie Venier, alla fine quarta. Per Nicol si tratta del secondo piazzamento tra le migliori tre della sua ancora giovane carriera: nel dicembre dell’anno passato fu seconda in discesa, sulla pista di casa della Val Gardena.

Protagonista è stata anche Federica Brignone, settima in una disciplina nella quale si trova via via più a suo agio. La valdostana ha attaccato su un pendio certamente poco adatto alle sue caratteristiche, ma ne è uscita promossa. Nuovamente nelle venti Elena Curtoni, sedicesima, mentre Francesca Marsaglia ha provato a ripetere l’exploit del giorno precedente e per metà gara ci è riuscita, purtroppo ha perduto decimi sul piano conclusivo, fino al diciottesimo posto.

Qualche punto pure per Nadia Delago, ventisettesima, mentre Sofia Goggia è uscita poco prima del secondo intermedio.  La classifica generale vede sempre al comando Mikaela Shiffrin (decima nell’occasione) con 472 punti, davanti a Rebensburg con 235 e Gisin con 185, Brignone è sesta con 161. Il prossimo appuntamento è fissato a St. Moritz: sabato 14 dicembre supergigante e domenica 15 slalom parallelo.