Paris
LaPresse/EXPA

Questa sera, alle 19 ora italiana, prenderà il via l’ultima prova della discesa maschile di Beaver Creek. Sette gli azzurri al via per confermare le buone sensazioni della prova di mercoledì, quando furono ben quattro fra i migliori 17. Resta da capire quanta tattica ci potrà essere nell’ultimo training prima del lungo week-end di gare.

Sicuramente molti atleti non si spremeranno al massimo, dovendo affrontare venerdì il superG e sabato la discesa. Il primo azzurro a prendere il via sarà Dominik Paris, con l’1, cui seguirà Emanuele Buzzi con il 13, quindi Mattia Casse con il 21. Appena fuori dai trenta, Matteo Marsaglia con il 31 e Peter Fill con il 32, quindi Riccardo Tonetti con il 58 e Federico Simoni con il 71.

Tutti i rivali più accreditati partiranno con numeri piuttosto bassi: Jansrud con il 3, Ferstl con il 4, Dressen con il 5, Caviezel con il 7, Kriechmayr con il 9, Feuz con l’11, Kilde con il 14 e Mayer con il 16. Dopo la discesa di Mayer, sicuramente si potrà capire qualcosa in più sulla gara di sabato.

La discesa di Beaver Creek non ha mai troppo sorriso ai velocisti azzurri, se si eccettuano le due vittorie di Innerhofer, nel 2012, e di Ghedina, nel 1997, e il terzo posto di Fill nel 2013. negli annali figura anche un terzo posto di Elena Fanchini nell’edizione femminile del 2013. Ultimo vincitore è lo svizzero Beat Feuz.

Pettorali di partenza degli azzurri nella 2^ prova cronometrata della discesa di Beaver Creek (Usa):

  1. Dominik Paris ITA
  2. Emanuele Buzzi ITA
  3. Mattia Casse ITA
  4. Matteo Marsaglia ITA
  5. Peter Fill ITA
  6. Riccardo Tonetti ITA
  7. Federico Simoni ITA