Harden nba
James Harden (LaPresse)

Quarta prestazione in carriera da 60 punti per Harden, che raggiunge Jordan in questa speciale classifica. Bene Philadelphia e Milwaukee grazie a Embiid e Giannis

E’ la notte NBA, ma si potrebbe etichettare anche come la notte di Harden. Il ‘Barba’ è infatti l’autentico protagonista del match tra Houston e Atlanta, stravinto dai Rockets in maniera imbarazzante con il risultato di 158-111.

Una superiorità eclatante, evidenziata dalla serata di grazia del giocatore americano, capace di mettere a referto ben 60 punti in meno di 31 minuti di gioco, con soli 24 tentativi dal campo. Niente da fare per gli Hawks al cospetto di un Harden così, riuscito a toccare per la quarta volta in carriera quota 60, eguagliando Michael Jordan e portandosi a meno due da Kobe Bryant, due mostri sacri di questo sport. Una prestazione monstre resa ancora più pazzesca dal fatto di non aver giocato nemmeno un secondo dell’ultima frazione, totalizzando i suoi 60 punti dunque in tre-quarti di partita. Se Houston sorride, lo fa anche Sacramento che riesce a superare Denver dopo i supplementari. I Kings si impongono 100-97, sudando le proverbiali sette camicie per piegare la resistenza dei propri avversari. Successo sudato anche per Philadelphia, che ringrazia Embiid e stende 119-116 gli Indiana Pacers. Sono 32 i punti messi a referto del camerunese, conditi da 11 rimbalzi e 4 assist oltre ad un perfetto 15/15 a cronometro fermo. Vittoria senza patemi infine per Milwaukee, che strapazza 137-96 i malcapitati Hornets. Solita grande prestazione di Giannis Antetokounmpo, che sfiora la doppia doppia con 26 punti e 9 rimbalzi.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE