Oliver Hardt - ISU

Un altro quarto posto, un altro podio sfiorato. Come in Polonia anche in Giappone Andrea Giovannini (Fiamme Gialle) chiude la Mass Start maschile appena fuori dalla top 3, con una prova di cuore e di testa che non è purtroppo sufficiente a ritagliarsi un posto sul podio a lungo inseguito e decisamente meritato.

Il pinetano classe ’93 ottiene comunque il miglior piazzamento tra quelli conquistati dagli atleti azzurri in gara nella prima giornata della quarta tappa stagionale di Coppa del Mondo e può essere felice del terzo posto provvisorio nel ranking di specialità. Sul ghiaccio di Nagano la Mass Start regala così all’Italia un quarto posto tra gli uomini e un settimo tra le donne grazie alla bella prova di Noemi Bonazza (Fiamme Oro). Sfortunata invece Francesca Lollobrigida (Aeronautica Militare), coinvolta in una caduta proprio sul rettilineo finale quando, all’uscita dall’ultima curva, viaggiava in quarta posizione pronta per lo sprint conclusivo. Per lei 23° posto finale e sesta piazza provvisoria nel ranking di specialità davanti proprio a Bonazza.

Tra le altre prove da sottolineare la sesta posizione del Team Sprint maschile con il terzetto formato da David Bosa (Fiamme Oro), Francesco Betti (Fiamme Oro) e Mirko Giacomo Nenzi (Fiamme Gialle) capace di tagliare il traguardo in 1’22″536. Nella division B dei 500 maschili 13° posto infine per Nenzi con il tempo di 35″700 e 25° Bosa in 36″163. Purtroppo out già nella semifinale della Mass Start Michele Malfatti (S.C. Pergine), chiamato al riscatto domani con il Team Pursuit.