Team Pursuit Italia
Credits: ©International Skating Union (ISU)

Eccolo, il trionfo del Team Pursuit azzurro. Dopo il quinto posto ottenuto nella seconda uscita stagionale in Polonia, a Nur-Sultan, in Kazakistan, nel terzo appuntamento stagionale di Coppa del Mondo, la Nazionale italiana guidata dal direttore tecnico Maurizio Marchetto fa il colpaccio ed esprime finalmente tutte le sue potenzialità nella gara a squadre maschile, tradizionalmente una delle più favorevoli all’Italia. Nell’ultima delle gare in programma questo week-end, il terzetto tricolore formato da Andrea Giovannini (Fiamme Gialle) Nicola Tumolero (Fiamme Oro) e Michele Malfatti (S.C. Pergine) sbaraglia la concorrenza e chiude primo in 3’46″317 davanti al Canada, in ritardo di 1″34, e alla Russia, terza con 1″94 di distacco. Italia che con questo successo balza al comando della classifica di specialità davanti all’Olanda.

Da sottolineare poi l’ottimo sesto posto ottenuto da Davide Ghiotto (Fiamme Gialle) nei 10.000 di division A con il tempo di 13″11″382. Una distanza, la più lunga in programma, che ha visto protagonisti gli italiani anche in division B con il successo di Tumolero in 13’01″657 davanti a Giovannini (13’09″391) e con Malfatti ottavo con il crono di 13″19″807. Bene anche Noemi Bonazza (Fiamme Oro), capace di centrare la top ten nei 1500 di divison A con il decimo posto in 1’57″898 mentre nei 5000 di division B la trentina ha realizzato il personal best sulla distanza chiudendo con il tempo di 7’13″360 in sesta posizione. Sesta piazza anche per Mirko Giacomo Nenzi (Fiamme Gialle) nei 500 division B con il tempo di 35″407. Più arretrati infine gli altri azzurri: David Bosa (Fiamme Oro) ha terminato 24°, sempre sui 500 divion B, in 36″576. Ventiduesimo posto sui 1000 division B (1’10″879) e 14° sui 1500 division B (1’49″263) per Alessio Trentini (V.G. Pergine) mentre Betti è terminato 27° sui 1000 division B e 28° (1’11″452) sui 1500 division B (1’51″470).