frosini club italia crai

L’ultimo match del 2019 porta in dote al Club Italia CRAI un punto conquistato nella partita con Volley Soverato. Le azzurrine, che dimostrano ulteriori progressi e momenti di ottimo gioco, cedono 2-3 (25-21, 20-25, 25-27, 25-23, 8-15) al termine di due combattutissime ore di gioco.

Vinto il primo set in rimonta, le giovani della formazione federale hanno sofferto l’allungo avversario al termine del secondo set, cedendo ai vantaggi anche nel terzo. Il quarto parziale è stato caratterizzato da un’ottima prova delle azzurrine che sono sempre state avanti e hanno portato la partita al tie break. Dopo un avvio equilibrato del quinto set è stato Soverato a imporre il proprio ritmo e a conquistare due dei tre punti in palio.

Per l’avvio di gara il tecnico federale Massimo Bellano ha schierato la diagonale Pelloia-Frosini, le schiacciatrici Populini e Gardini, le centrali Graziani e Nwakalor e il libero Panetoni. Coach Bruno Napolitano ha risposto con il sestetto composto da Bortoli, Mason, Caneva, Botarelli, Quarchioni, Repice e il libero Gibertini.

CRONACA – Buona partenza di Soverato che in avvio di gara mette a segno un primo allungo spingendosi sul +4 (2-6). Le ospiti impongono il proprio ritmo (3-8) e coach Bellano decide che è il momento di fermare il gioco. Il time out rimette in marcia le azzurrine che con pazienza ricominciano a macinare punti: Graziani a segno, un ace di Pelloia e due muri consecutivi di Nawakalor valgono il -2 (11-13) e il time out di coach Napolitano.

Il Club Italia prosegue la propria azione e un ace di Nwakalor vale il pari (15-15). Si procede punto a punto e sul 18-18 coach Bellano sostituisce la diagonale Pelloia-Frosini con quella Monza-Ituma. Le azzurrine aumentano il ritmo e s i spingono sul +2 (21-19) inducendo coach Napolitano ad un nuovo time out. Lo stop al gioco non sortisce l’effetto sperato le azzurrine chiudono a proprio favore il primo set (25-21). L’avvio della seconda frazione è targato Club Italia: le azzurrine spingono sull’acceleratore ed è 4-1. Soverato prova ad accorciare le distanze (8-6) e riesce a pareggiare i conti (9-9). Per un lungo tratto la partita viaggia sui binari dell’equilibrio (15-15). E’ Soverato a centrare l’allungo portandosi prima sul +2 (15-17) e poi trovando lo spunto giusto nel finale (20-25) che vale il pareggio nel conto set.

Le ospiti impongono il proprio ritmo in avvio di terzo parziale (0-4). Le azzurrine ricuciono lo strappo (4-5) ma soffrono una ripartenza avversaria (4-8). Il time out di coach Bellano rimette in corsa le giovani della formazione federale che si riportano sul -1 (10-11) e con un ace di Populini pareggiano i conti (12-12). Frosini e Gardini a segno firmano il nuovo +2 (15-13) e coach Napolitano chiama time out. Nwakalor e Panetoni sono granitiche nella loro azione e il Club Italia resta avanti (19-17). Il finale si fa incandescente con Soverato che pareggia i conti (20-20) e la spunta ai vantaggi (25-27).

Per un lungo tratto della quarta frazione le due squadre viaggiano punto a punto (8-8) senza che una delle due riesca a prevalere sull’altra. E’ Soverato la prima formazione che prova ad allungare (8-10), ma le azzurrine riagguantano immediatamente la parità (10-10). Si procede di nuovo sostanzialmente in equilibrio (14-14). Due parallele a segno di capitan Populini valgono il nuovo allungo azzurrino (16-14). Il time out della panchina ospite sortisce l’effetto sperato e Soverato torna a una lunghezza di distanza (18-17). Il finale del set si fa nuovamente concitato ma questa volta sono le azzurrine a imporre il proprio ritmo (21-19), mantenere il vantaggio e chiudere a proprio favore il parziale (25-23) pareggiando di nuovo il conto set e portando il match al tie break.

Entrambe le squadre sono decise a conquistare i due punti in palio con la vittoria del quinto set. La gara procede punto a punto (6-6). E’ Soverato ad arrivare al cambio campo in vantaggio (6-8). Populini a segno prova ad accorciare le distanze (7-9), ma le ospiti aumentano il ritmo e piazzano il break decisivo (8-15) e conquistano due punti.

MASSIMO BELLANO: “da un punto di vista di forza di volontà le ragazze hanno messo in campo tutto quello che avevano. Veniamo – e siamo ancora – da un periodo nel quale non siamo stati fisicamente troppo bene. Quindi in allenamento, da un punto di vista qualitativo, non riusciamo a dare il meglio di quello che vorremmo. Questo comporta alti e bassi nel rendimento della squadra. Ne conseguono momenti di gioco molto belli e una serie di errori che eravamo riusciti a eliminare nella parte centrale del campionato. Fattore, questo, che ci aveva dato la possibilità di ottenere risultati positivi. Un po’ alla volta stiamo venendo fuori da questa situazione e pen so che l’onda lunga di tutto questo porterà ad alzare nuovamente la qualità del nostro gioco. Superare questo momento ci permetterà di tornare a far vedere le cose belle che abbiamo mostrato fino a 20 giorni fa alle quali si aggiungeranno ulteriori miglioramenti. In questo momento la squadra sta dando quello che può dare e dobbiamo prendere in maniera positiva il risultato della gara. Questa sera abbiamo forse sofferto troppo la battuta di Quarchioni che ci ha messi in difficoltà e ha permesso a Soverato l’allungo decisivo al tie break. Ora ci prendiamo questi tre giorni di riposo che serviranno a ricaricare le pile, anche da un punto di vista mentale, e dal 2 cominceremo a preparare la sfida con Pinerolo e cercheremo di riprendere la marcia in maniera positiva”.

CLUB ITALIA CRAI-VOLLEY SOVERATO 2-3 (25-21, 20-25, 25-27, 25-23, 8-15)
CLUB ITALIA CRAI: Populini 7, Graziani 8, Pelloia 1, Gardini 12, Nwakalor 17, Frosini 16; Panetoni (L), Bassi 1, Sormani, Monza 3, Ituma 2. Ne: Marconato (L), Kone, Trampus. All. Bellano.
VOLLEY SOVERATO: Bortoli 3, Mason 13, Caneva 14, Botarelli 17, Quarchioni 17, Repice 7; Gibertini (L), Miceli, Riparbelli 1. Ne: Muscetti, Chausheva. All. Napolitano.
DURATA SET: 26’, 26’, 30’, 27’, 16’.
ARBITRI: Marco Pasin e Michele Marconi.
CLUB ITALIA CRAI: 6 a, 14 bs, 10 mv, 39 et.
VOLLEY SOVERATO: 4 a, 11 bs, 12 mv, 36 et.