Metta World Peace Gian Mattia D'Alberto / lapresse

Dopo il licenziamento di coach David Fizdale, il capro espiatorio del pessimo inizio di stagione, i New York Knicks sono ancora senza allenatore. Fra i vari profili esaminati e le candidature ricevute, ne è arrivata una davvero particolare: quella di Metta World Peace.

L’ex ‘Amico dei Panda’, sembra avere intenzioni serie: “se sono d’accordo, io sono disponibile per il lavoro. Porterò la mentalità della strada ai Knicks. Comunque congratulazioni a coach Fizdale, si è meritato l’opportunità. Chiunque allenerà i Knicks, buona fortuna. È il lavoro più bello del mondo. I tifosi, lì, si fanno sentire in maniera dura, ma in realtà vogliono solo vincere. Se dovessi davvero allenare i Knicks, il mio messaggio a tifosi e media sarebbe: non sarà facile, né bello, non mi piace il modo in cui mettete pressione addosso ad allenatori e star, tacete e godetevi il gioco, e supportate la squadra. La gente dirà che non sono pronto? Ho 40 anni, ho giocato il ‘Triangolo’ ai Lakers, mi sono adeguato dall’essere un giocatore da 22 punti di media ai Rockets ad un giocatore di ruolo da 8 punti a partita ai Lakers. La pallacanestro è divertente”.