kerr
LaPresse/EFE

Altra stagione travagliata in casa Knicks, l’ennesima degli ultimi anni per una piazza importante, che merita un’attenzione cestistica e una qualità di gioco differenti. Solo 4 vittorie e 18 sconfitte per i blu-arancio nelle prime 22 gare, un bottino magrissimo, del quale ha fatto le spese coach David Fizdale, esonerato nelle ultime ore. La notizia non ha sorpreso Steve Kerr, allenatore dei Golden State Warriors che ad Ovest non se la passano di certo meglio (5-19) ma per motivi differenti. Steve Kerr lancia una frecciatina fra le righe all’organizzazione dei Knicks, ammettendo a The Athletic: “se fossi andato a New York, avrei fatto questa fine tre anni fa… penso di aver fatto la scelta giusta”.